Lasagne, abbacchio, pandoro e torrone. Con le feste di Natale il pericolo di ingrassare è a portata di… forchetta. Ma niente paura: i consigli giusti per mantenere la linea (rinunciando a ben poco)


 

Come ogni anno, insieme alle festività natalizie torna il pericolo di ingrassare, un rischio reale come mostrato di recente in un articolo pubblicato sul New England Journal of Medicine, che ha dimostrato come i picchi di peso si concentrino proprio dopo le feste. Il pericolo di ingrassare però non è il solo a spaventare durante le feste. Riportiamo dunque dei preziosi consigli su come mantenere la linea e rimanere in salute per le festività. Le feste, si sa, non durano molto e sicuramente qualche stravizio durante questo periodo è concesso, a meno che non si soffra di diabete o ipertensione. Occhio però alle calorie, che possono farci mettere su dei chili che poi è difficile smaltire. L’ideale è dunque arrivare a pranzi e cene senza troppo appetito, magari dopo aver fatto uno spuntino a metà mattinata, in modo da “mangiare tutto ma solo un po”, assaggiando e bevendo molta acqua. Ora vi starete chiedendo “Come posso assaggiare tutto, senza rinunciare ne alla tradizione e nemmeno alla salute?” Come sempre il segreto è la moderazione e l’equilibrio. Il suggerimento è di preferire cibi poco calorici come pesce e carni bianche, abbondando con le verdure (purché non fritte!) che hanno un ottimo potenziale saziante e rallentano l’assorbimento di grassi e zuccheri. Ricordiamo soprattutto che possiamo mangiare di tutto, ma in porzioni limitate. Se gli stravizi sono stati limitati non c’è alcun bisogno di mettersi a dieta, anche se dopo i pranzi della vigilia, di Natale e di Capodanno un giorno di dieta ipocalorica non può che far bene. (Continua a leggere dopo la foto)







In questo caso è meglio scegliere pochi alimenti di origine animale e facilmente digeribili. Quello che è scorretto è estremizzare questi comportamenti, alternando periodi pieni di calorie con diete estreme, periodi di accumulo di peso alternati ad altri di drastica riduzione. E ricordiamoci che saltare i pasti non è mai la soluzione giusta. Sfatiamo ora un mito: “Fa freddo, consumiamo di più quindi possiamo anche mangiare di più”. Il discorso non è esattamente così; l’abbassarsi delle temperature accelera il metabolismo per mantenere la temperatura del nostro corpo costante, ma alle nostre latitudini l’effetto non è così marcato, soprattutto considerando che sotto le feste la maggior parte del tempo lo passiamo in luoghi chiusi e seduti.

(Continua a leggere dopo le foto) 





 

É meglio quindi fare un po’ di attività fisica, almeno mezz’ora al giorno, in modo da aiutare la digestione dei pranzi delle feste. Infine, non pensiamo che passare tanto tempo seduti a tavola e fare pasti che durano ore sia del tutto negativo. In realtà l’ideale, soprattutto sotto le feste, è allungare il piacere: ci concentriamo di più sugli invitati, mastichiamo lentamente tutte le portate e in questo modo introduciamo meno calorie prima che sopraggiunga la sazietà. Un buon consiglio è quello di bere sempre molta acqua, che oltre ad essere saziante ha proprietà detossificanti e dimagranti. Aumenta poi il tasso di idratazione dei muscoli e quindi la loro attività metabolica, e aiuta anche a bruciare calorie per termogenesi.

Leggi anche: Dieta drastica, ecco gli effetti sconcertanti che ha sul tuo corpo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it