Il ritorno inatteso del freddo con influenze e raffreddori. E notti insonni per adulti e bambini…


Calo drastico delle temperature e… della qualità del sonno. Studi clinici evidenziano quanto sia fondamentale un buon riposo notturno per rafforzare le difese immunitarie e combattere le infezioni

L’inizio della primavera vede spesso notevoli instabilità metereologiche. Proprio in questi giorni stiamo infatti assistendo ad un drastico calo delle temperature su tutto il territorio nazionale, con nevicate previste anche a bassa quota e un clima più di tipo invernale. Questi sbalzi possono causare il ritorno di semplici influenze e raffreddori i cui effetti si fanno sentire anche sulla qualità del sonno di grandi e piccoli.

Uno studio clinico condotto su 4.000 soggetti con sintomi influenzali in otto Paesi diversi ha evidenziato infatti che 9 persone su 10 si svegliano almeno una volta a notte a causa di congestione nasale, naso che cola e tosse. Per gli italiani, in particolare, il disturbo o l’interruzione del sonno causata dai sintomi influenzali o dal raffreddore rappresentano una delle preoccupazioni principali. E non sbagliano: dormire poco e male – o, peggio, non dormire affatto – non influisce solo su come ci si sente il giorno dopo, ma innesca un debilitante circolo vizioso che ha un impatto negativo sul sistema immunitario e sulla capacità di combattere le infezioni. La privazione del sonno, quindi, non va affatto sottovalutata.


Vicks VapoRub influenza raffreddore sonno





Tra i rimedi più conosciuti ed efficaci per aiutare a spezzare questo circolo vizioso, troviamo Vicks VapoRub. Da 125 anni l’unguento – con uno dei profumi più riconoscibili e 23 milioni di vasetti l’anno in 71 Paesi al mondo – non solo allevia la congestione nasale, il mal di gola e la tosse ma, come evidenziato da studi clinici, migliora anche la qualità del sonno per bambini e adulti.

Nel 2010, alcuni ricercatori negli Stati Uniti hanno condotto uno studio per determinare l’efficacia di una singola applicazione di Vicks VapoRub nel trattamento di tosse notturna, congestione nasale e disturbi del sonno, causati da infezioni delle prime vie respiratorie nei bambini. I risultati hanno evidenziato come l’applicazione di Vicks VapoRub abbia aiutato i bambini e i loro genitori a beneficiare di una notte più riposante. Risultati simili negli adulti sono stati ottenuti da un gruppo di ricerca nel Regno Unito guidato dal professor Derk-Jan Dijk del Centro di ricerca sul sonno del Surrey presso l’Università del Surrey. Lo studio ha mostrato che Vicks VapoRub, applicato al momento di coricarsi, migliora la qualità del sonno del 58% rispetto al placebo. Coloro che utilizzavano VapoRub hanno anche riportato un miglioramento del 75% della loro capacità di svegliarsi riposati la mattina successiva.


Vicks VapoRub influenza raffreddore sonno





I principi attivi che contraddistinguono la formula di Vicks VapoRub sono mentolo, canfora, olio di eucalipto e olio essenziale di trementina. Il mentolo è usato principalmente per alleviare i sintomi della bronchite, della sinusite e di altre affezioni delle prime vie respiratorie. È usato per via inalatoria o come unguento in associazione alla canfora e all’olio di eucalipto. La canfora, applicata esternamente sotto forma di unguento agisce da rubefacente (ossia capace di far leggermente arrossare la pelle a scopo terapeutico. ndr), da antisettico e da mite analgesico. L’olio di eucalipto è balsamico, rubefacente ed espettorante del catarro e della tosse: tali effetti sono stati dimostrati nel corso di studi clinici, sia da solo sia in associazione. L’olio essenziale di trementina infine è anch’esso balsamico e rubefacente.

La sua formulazione non interferisce con l’assunzione di altri farmaci ed è anzi complementare alla maggior parte dei medicinali antinfluenzali, facendo così di Vicks VapoRub il perfetto alleato nelle notti di questo speriamo breve “ritorno d’inverno”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it