Tornare insieme all’ex fa male alla salute. Lo spiega la scienza


Tornare con un ex non è mai una saggia idea. Lo dice la scienza e non usa mezzi termini. Quindi, nel caso in cui la malsana idea vi dovesse entrare tra qualche piega del cervello, ricordata bene che la sola minestra riscaldata degna di nota ha una nome preciso: si chiama ribollita ed è totalmente a base di sostanze inanimate (si cipolla, no scalogno).

Il dolore di vedere qualcuno andare avanti senza di noi può essere atroce, e anche quando i nostri amici non fanno altro che ricordarci che ci sarà di meglio, troveremo di meglio, noi magari siamo lì a pensare desiderose di riprovarci e di fare un altro tentativo. Ma rimanere bloccati in quel limbo di relazioni-non-relazioni che si possono spiegare solo con un “È complicato” non è affatto salutare – letteralmente, dice la scienza. Infatti, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Family Relations, le relazioni tra ex, sia eterosessuali che omosessuali, si sono rivelate «legate a un aumento dei sintomi di disagio psicologico». Continua dopo la foto









Lo studio, che ha preso in esame la natura ciclica della fine di una relazione, del ricongiungimento e degli effetti successivi che questo può avere su un individuo, ha raccolto dati da 545 individui in totale; 279 quelli riguardanti relazioni tra persone dello stesso sesso, e 266 di relazioni tra individui di sesso diverso. «I modelli di comportamento legati alla rottura e al ricongiungimento di una coppia sono stati collegati a un aumento dei sintomi di disagio psicologico, poiché l’accumulo di repentini cambiamenti nelle relazioni può creare ulteriore turbolenza per gli individui». Continua dopo la foto






Certamente, prendersi del tempo e dello spazio da un ex può offrire a entrambe le parti una pausa magari necessaria o un rinnovato apprezzamento reciproco, ma ci sono alcune insidie e anche modelli comportamentali tossici di cui essere prudenti, incluso cercare (l’ennesimo) conforto con un ex che non porterà a niente di diverso. Continua dopo la foto



 


«Consiglio ai partner di pensare ai motivi per cui si sono lasciati quando penseranno di riprovarci, di chiedersi se le cose saranno davvero diverse questa volta – ha detto il coautore dello studio Kale Monk al Time – Quindi, può essere utile avere una conversazione esplicita sui problemi che hanno portato alla disgregazione della coppia, specialmente se è probabile che si ripresentino problemi o divergenze dello stesso tipo».

Ti potrebbe interessare: Cristiano Ronaldo, sapete quanto vale solo la sua mano sinistra? Una cifra da capogiro

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it