Dieta del gelato per dimagrire con gusto: via fino a 3 kg in pochi giorni


Il gelato alleato della linea? Sì, perché gelato offre un buon apporto nutritivo ed è gratificante, come sostiene il nutrizionista Pietro Migliaccio, Presidente della Società Italiana di Alimentazione che ha messo a punto una dieta con la quale è possibile perdere 2 o 3 chili nel giro di una settimana, concedendosi il piacere di uno, e a volte anche due, gelati al giorno. Prevede di mangiare in maniera sana e non troppo calorica a colazione e a cena, scegliendo alimenti di stagione freschi, cereali integrali e la giusta dose di proteine e grassi sani.

Ovviamente la caratteristica principale è quella di sostituire il pranzo o la cena con del gelato. È consigliato seguire la dieta del gelato per una sola settimana e a seconda dei casi permette di perdere velocemente 2-3 chili. Può essere poi ripetuta nel tempo lasciando passare ad esempio un mese prima di seguirla nuovamente. Andiamo a scoprire subito come funziona analizzando i menu giorno per giorno. (Continua dopo la foto)



Lunedì: a colazione un bicchiere di latte 1,8% (parzialmente scremato), caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero, due fette biscottate. Metà mattina: due albicocche o un succo di frutta. Pranzo: Un gelato confezionato del tipo biscotto o cornetto; oppure cocomero g 400 o una pesca. Pomeriggio: Un ghiacciolo. Cena: Secondo piatto: bresaola g 80, rughetta, quantità a piacere con un cucchiaino extravergine di oliva; Pane: g 40 o un pacchetto di crackers da g 25. Martedì: a colazione uno yogurt da g 125 anche alla frutta da latte parzialmente scremato; g 20 di cereali. Metà mattina: una banana o una pesca. Pranzo: una coppa di macedonia con gelato alla crema e/o con panna; una, due cialde. Pomeriggio: un Frozen yogurt piccolo alla frutta. Cena: orata o spigola o rombo con g 200 di patate al forno. (Continua dopo la foto)


Mercoledì: a colazione un bicchiere di latte 1,8% (parzialmente scremato), caffè a piacere, tre biscotti (g 30 circa). Metà mattina: g 200 di ananas o una pesca. Pranzo: prosciutto crudo g 80; melone g 500; pane g 40. Pomeriggio: due bon bon. Cena: una coppa di gelato con due cialde. Più tardi: un frullato preparato con latte 1,8% (parzialmente scremato) e g 250 di frutta fresca di stagione. Giovedì: a colazione un succo di frutta e una merendina. Metà mattina: una pera o una pesca. Pranzo: un cono di gelato artigianale secondo i gusti, anche con panna; Pomeriggio: un pacchetto di cracker da g 25 o g 200 di ciliege. Cena: una coscia di pollo con sovraccoscia senza pelle con insalata o melanzane con 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva e pane g 40; un ghiacciolo. (Continua dopo la foto)


 


Venerdì: a colazione un the freddo e tre biscotti (g 30 circa). Metà mattina: un succo di frutta. Pranzo: una granita di caffè con panna e 2 cialde. Pomeriggio: melone g 200 o g 400 di cocomero. Cena: mozzarella light g 60 e pomodori con 2 cucchiaini di olio e pane g 40. Sabato: a colazione un cappuccino e una brioche. Pranzo: 2 pomodori con il riso e insalata verde mista con un cucchiaino di olio. Pomeriggio: un frozen yogurt piccolo alla frutta o una granita al limone. Cena: spaghetti alle vongole o di risotto alla pescatora e un semifreddo. Domenica: a colazione un bicchiere di latte 1,8% (parzialmente scremato) con 4 fette biscottate e 2 cucchiaini di marmellata. Pranzo: una porzione di insalata di riso o di pasta fredda e cocomero g 400 o melone g 200. Pomeriggio: un cono di gelato artigianale alla frutta. Cena: hamburger con insalata o peperoni con un cucchiaino di olio extravergine di oliva; Pane: g 40. Oppure: Una brioche con gelato e panna.

Valanga di critiche su Meghan Markle. È successo al suo ritorno in pubblico dopo il parto