Dieta “vaporina” o dieta al vapore per dimagrire e sgonfiarsi in un baleno


Si chiama dieta al vapore, o dieta vaporina, ed è una dieta perfetta per chiunque voglia perdere peso e sgonfiarsi. Infatti la dieta al vapore, grazie al particolare tipo di cottura utilizzato per la preparazione dei pasti, permette di dimezzare le porzioni. La conseguenza diretta è il dimagrimento e, ovviamente, anche la depurazione del corpo.

Quando si segue una dieta, il più delle volte ci si concentra solo sulle calorie e non sulla cottura che invece è molto importante. Ogni tipo di cottura conferisce sì un sapore differente ai cibi, ma aumenta o diminuisce le calorie che assumiamo. Per esempio la frittura non è certo il metodo di cottura da prediligere se si è a dieta. Invece la cottura al vapore è perfetta. Oltre a essere un tipo di cottura light, la cottura al vapore permette di conservare ed esaltare tutte le proprietà e il gusto degli alimenti, tagliando le calorie. Volete un esempio? Eccolo. 100 grammi di patate fritte contengono 200 calorie, lo stesso quantitativo cotto al forno avrà 150 calorie e 71 se le patate verranno cotte bollite. Continua a leggere dopo la foto








La stessa quantità di patate cotte al vapore avrà invece solo 45 calorie. Capito che differenza? Se credete che la cottura al vapore sia una cottura “da ospedale” vi sbagliate di grosso. Perché anche cuocendo al vapore si possono preparare piatti gustosi. In più sani. Non hai mai cotto al vapore? Ecco come si fa. Il cibo viene posto in un cestello forato e si cuoce grazie al vapore creato dall’acqua che si trova nella pentola sottostante. Continua a leggere dopo la foto




In questo modo il cibo assorbe l’umidità, ma non cede proprietà nutritive o sapore. Come si condiscono i cibi? Con delle erbe aromatiche e con un filo di olio a crudo.
La dieta vaporina sfrutta i vantaggi di questo metodo di cottura super light, ma gustoso. Potete usare la vaporiera in bambù che viene utilizzata nella cucina asiatica oppure optare per quella elettrica. Oppure, se non si possiede nulla di tutto ciò, si può posizionare un cestello perforato in acciaio sopra una pentola di acqua che bolle e poggiare sopra il cibo. Continua a leggere dopo la foto


 

Importante: gli alimenti non devono mai venire in contatto con l’acqua, che deve essere sufficiente per garantire la cottura. Per rendere i cibi più saporiti, si può mettere qualche erba nell’acqua di cottura. Vediamo quali cibi cuocere al vapore. Innanzitutto le verdure (asparagi, zucchine, broccoli, fagioli, finocchi) ma anche il pesce e il pollo che andranno poi accompagnati con degli ortaggi. Cosa si mangia. La giornata della dieta al vapore inizia con uno yogurt magro e una tazza di tè verde. A pranzo optate un trancio di salmone con verdure al vapore mentre a cena potreste mangiare del petto di pollo al vapore con zucchine e carote.

Dieta integrale, via 3 chili in 7 giorni. Come funziona

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it