Piedi gonfi al risveglio: perché succede (e rimedi per alleviare il fastidio)


Ti svegli spesso con i piedi gonfi? Ti capita indipendentemente dalla temperatura esterna il che significa che ti succede sia in estate che in inverno? Svegliarsi con i piedi gonfi, oltre a essere molto fastidioso, può anche indicare la presenza di una patologia o la conseguenza di un comportamento sbagliato. Ecco perché è bene andare in fondo alla questione e capire quali possano essere le ragioni alla base di questo fatto.

Come le mani, i piedi sono soggetti a gonfiarsi per la loro lontananza dal cuore. I piedi, inoltre, devono sostenere tutto il peso del corpo, compito che richiede un grande sforzo. Come conseguenza dello stress e dell’immobilità notturna che non consente di drenare liquidi, i piedi, al risveglio, possono risultare gonfi. Altre volte, però, la ragione è diversa. Spesso, se ci si sveglia con i piedi gonfi è per via di abitudini sbagliate a livello alimentare. Chi mangia alimenti con molto sale, zucchero, chi beve alcol, chi consuma molte farine raffinate, può correre questo rischio. Continua a leggere dopo la foto



Anche la scarsa attività fisica è una delle cause dei piedi gonfi al risveglio così come il fumo. Ma le cause possono essere davvero tante: svegliarsi coi piedi gonfi potrebbe essere frutto di oscillazioni ormonali, di un’insufficienza linfatica e circolatoria, di squilibri a carico di fegato e reni, oppure della gotta. Quindi, se vi svegliate frequentemente con i piedi gonfi, fareste bene ad andare da un medico che vi suggerirà cosa fare. Continua a leggere dopo la foto




Una volta capita la causa, si potrà intervenire per risolvere il problema alla radice. Intanto, comunque, vi suggeriamo alcuni rimedi semplici per contenere il problema. Le tisane drenanti, per esempio, sono un ottimo rimedio per alleviare il problema dei piedi gonfi. La principale causa dei piedi gonfi al risveglio è la ritenzione idrica e con le tisane drenanti, ci si sente subito meglio. Quali scegliere? Centella asiatica, pungitopo, semi di finocchio. Anche il massaggio con oli essenziali al risveglio dà sollievo. Una miscela di olio essenziale di cipresso e di finocchio sono perfetti. Continua a leggere dopo la foto

 

Il movimento giusto? Si parte dai piedi e le caviglie e si sale fino alle cosce e poi all’inguine. Efficaci contro il gonfiore sono i sali di Epsom, ovvero il magnesio solfato eptaidrato. In una bacinella riempita d’acqua, sciogli una tazza di sali e immergi piedi e caviglie per 15 minuti. Anche il cetriolo è un valido rimedio. Basta tagliarlo a fettine e ricoprire tutto il piede, prima di avvolgerlo in un asciugamano.

Chiara Ferragni, dopo i piedi scoppia un nuovo “caso”: ecco cosa notano i fan nella foto