Psoas: come allungare il muscolo dell’anima per scacciare dolore e ansia


Non tutti conoscono l’importanza del muscolo Psoas, detto anche muscolo Ileopsoas. Si svolge la funzione fondamentale di collegare le gambe alla colonna vertebrale e il suo ruolo non riguarda soltanto il mantenimento dell’equilibrio e il sostegno della nostra struttura ossea. Nelle tradizioni orientali, lo Psoas è infatti considerato il muscolo dell’anima. Allenare questo muscolo potrebbe aiutarci a superare ansia e paura.

È collegato anche al diaframma quindi uno muscolo corto ti impedisce di respirare bene e può generare ansia e stress perché il diaframma è l’organo in cui si avvertono i sintomi fisici legati alla paura. Le ricerche in ambito corporeo e spirituale indicano che lo Psoas è vitale per il nostro benessere psicologico oltre che per la salute del nostro corpo a livello fisico. Ad esempio secondo Liz Koch, autrice del libro , questo muscolo incarna il nostro più profondo desiderio di sopravvivenza e la nostra volontà di prosperare. A suo parere, mantenere sano il muscolo Psoas ha effetti benefici sia a livello fisico che psicologico. (Continua a leggere dopo la foto)




Nonostante la grandezza, il muscolo quasi non è visibile, eccezion fatta per un pezzo che compare sopra le creste iliache, quando il soggetto si trova sdraiato. Uno psoas in forma si evince dal portamento e dal passo della persona, ma anche dalla postura e dal respiro. Non a caso, il muscolo lavora in coppia col diaframma, che è sempre spia dei nostri stati ansiosi e del malessere emotivo. Nel taoismo, lo psoas presiede il centro di energia deputato alla connessione tra uomo e Terra e allo scambio di energie, ossia il cosiddetto “Dan Tien”. Nota dolente: questo muscolo si infiamma molto facilmente e, non solo causa dolori alla zona lombare, ma anche tristezza e difficoltà a relazionarsi in maniera serena col prossimo. (Continua a leggere dopo la foto)




Ancora, su Vanity Fair, Françoise Berlette, insegnante di yoga posturale e fondatrice di Efoa (Federazione Europea di Arti Orientali), ha detto: ”Tra psoas e mente c’è un collegamento bidirezionale: per sbloccare le rigidità del primo occorrono esercizi di allungamento dolce, come le estensioni dell’anca e le asana dette “lunghe”, in cui vi è un allungamento della coscia indietro, come negli affondi. Immediato sarà il beneficio anche mentale”. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Per far in modo che lo psoas si mantenga in forma, possono tornare utili esercizi di allungamento, le estensioni dell’anca e della coscia, come gli affondi. I benefici saranno immediati. Il benessere dello psoas mal si concilia con la sedentarietà, il sovrappeso, gli indumenti stretti e le troppe ore passate seduti.

Natalia Kuznetsova, viso d’angelo e occhioni dolci. Ecco la donna più muscolosa del mondo