Dieta danese, come perdere 9 chili in due settimane. Come funziona


Hai tanti chili da perdere e poco tempo per farlo? Allora devi provare la dieta danese, una dieta particolare che permette di perdere 9 chili in 15 giorni. Pazzesco, no?

Ovvio, per ottenere risultati così importanti, bisogna anche fare sacrifici importanti. La dieta danese, infatti, è molto restrittiva e, proprio per questo motivo, è stata spesso criticata. Per capirci, la dieta danese è una variante della più famosa dieta plank ed è caratterizzata da un digiuno alternato ad un’alimentazione prevalentemente proteica. La dieta danese, infatti, non prevede l’assunzione di zuccheri o di carboidrati. Nella dieta non sono presenti i grassi vegetali, mentre vengono consumati in prevalenza quelli animali, sotto forma di carne e pesce. La notizia vi deprimerà: non dovete praticamente toccare i carboidrati… Però, scusa, vuoi mettere come ti sentirai dopo aver perso 9 chili? Bene. Bella. O bello perché chi lo ha detto che solo le donne debbano seguire diete per tornare in forma? Ecco. Continua a leggere dopo la foto







Comunque. Questo regime low carb spinge il corpo ad attivare il metabolismo proteico, portando a un altissimo dispendio di energie. E quindi che succede? Vengono bruciati i chili in fretta, molto in fretta. Solo che in questo modo si rischia di affaticare il fegato. Infatti la dieta danese ha un menù che prevede il consumo di carne rossa e bianca, pesce e moltissime uova. Cioè di alimenti che fanno dimagrire velocemente. Ma che non fanno benissimo al sistema cardiovascolare. Continua a leggere dopo la foto




Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede il menù. La giornata inizia con una colazione a base di caffè o tè senza zucchero, accompagnato da uno yogurt magro. A pranzo 100 grammi di carne rossa con carote, a cena optate per un uovo bollito con insalata di pomodori. Come potete notare da soli si tratta di una dieta molto restrittiva, motivo per cui è stata spesso criticata. Come è successo anche alla dieta Plank. Entrambe le diete, infatti, secondo gli esperti, sono responsabili dell’effetto yo-yo. Continua a leggere dopo la foto


 

Quindi, se è vero che si perdono i chili molto rapidamente, è anche vero che molto rapidamente si potrebbero riprendere, quei chili. Il problema della dieta, infatti, è che non è prevista una dieta di mantenimento. Ed è facile riprendere i chili persi… Se però volete seguirla a tutti i costi, non fatelo per più di 2 settimane altrimenti potreste creare problemi al fegato. Seguitela solo se siete in buona salute e se avete ottenuto il nulla osta dal vostro medico.

Dieta del mandarino, come perdere 4 chili in 7 giorni

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it