Dieta della forchetta, dimagrire senza stress. Ecco come funziona


Si chiama dieta della forchetta e ha come obiettivo quello di far perdere peso senza che la persona che si sottopone alla dieta soffra in modo eccessivo. “The for kit! Diet”, è questo il nome originale del regime alimentare ideato da Ivan Gavriloff e Sophie Troff che promettono si tratti di una dieta che fa dimagrire senza, però, far soffrire. Tra l’altro, la dieta della forchetta non è nemica della vita sociale.

Grazie alla dieta della forchetta si riesce a controllare ciò che si mangia senza stressarsi.Tutto si basa sull’uso della posata in questione, la forchetta. Ma che vuol dire? In pratica la dieta della forchetta prevede che vengano consumati solo gli alimenti che possono essere mangiati con la forchetta. Quindi via libera a pesce, verdura, cereali, tutti cibi che saziano senza gonfiare e senza far ingrassare. Il principio alla base della dieta? Mangiare con la sola forchetta aiuta a consumare il pasto più lentamente e a riconoscere con più facilità la sensazione di sazietà senza oltrepassarla. Continua a leggere dopo la foto







Significa che la consapevolezza è fondamentale e ognuno di noi deve saper ascoltare il proprio corpo. “Mangia a colazione come un re, a pranzo come un principe e a cena come un povero”: questo principio cardine della saggezza popolare è il fulcro della dieta della forchetta, una dieta che rispetta le esigenze del metabolismo umano, dispensando più energia al mattino e via via sempre meno nell’arco della giornata. Ma vediamo nel dettaglio in che consiste la dieta. Continua a leggere dopo la foto




Colazione, cosa si può mangiare se si segue la dieta della forchetta? Sì a latte, burro, yogurt, formaggio, uova ma anche prosciutto, accompagnati da frutta e cereali integrali. Il pranzo è il momento giusto per consumare zuppe e minestre di cereali e verdure, seguite da carne e da un dessert leggero per esempio un sorbetto. I carboidrati sono banditi? No ma, come avvertono gli autori, “è una buona idea consumarli con moderazione”. Andiamo avanti. Continua a leggere dopo la foto


 


E la cena? È il momento clou della dieta. Come abbiamo anticipato, sono concessi solo i cibi che si possono mangiare con la forchetta, senza l’aiuto di cucchiai, coltelli o delle dita. Quindi no a carne e salse, pizza e pane, stuzzichini, creme e marmellate. Sono consentiti, invece, pasta e riso, verdura, uova e pesce, ma anche legumi, germogli, cous-cous e sushi. Sono ammessi anche degli spuntini tra un pasto e l’altro. Oltre alla frutta, che si può consumare sia a metà mattina che a metà pomeriggio, tra il pranzo e la cena sono permessi anche un sorbetto oppure un pezzo di cioccolato fondente. L’importante è che la “merenda” non sia mai dopo le 17.

 

Dieta di Natale: giocare d’anticipo per non perdere la linea durante le feste. Come funziona

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it