Dieta di Natale: giocare d’anticipo per non perdere la linea durante le feste. Come funziona


Pranzi e cene interminabili (e pure aperitivi, perché c’è sempre tempo per un brindisi), pandori, panettoni e torroni come se piovessero e a tutte le ore del giorno e della notte. E ci fermiamo qui, ma è già sufficiente tra calorie, grassi, zuccheri, carboidrati e chi più ne ha più ne metta, da prima del 24 dicembre a, minimo, il 6 gennaio. Per caso vi stiamo mettendo un po’ di ansia pre-natalizia? Mica per la festa in sé, ci siamo capiti. Per la linea. Un classico: nonostante le migliori intenzioni e i mantra (“Questo no”, “Questo lo evito”, “Quest’anno fioretto”) che ci accompagnano fino alla Vigilia, poi è quasi impossibile sgarrare.

E allora ci si ritrova così appena finite le feste, quando a gennaio riparte tutto: lacrime di coccodrillo e buoni propositi per l’estate, perché “da gennaio a giugno è un attimo”, ci si autoconvince. Palestra e dieta ferrea per smaltire quel rotolino spuntato in pochi giorni e sgonfiare la pancia appesantita da tutti quei manicaretti. “Si rimangia a Pasqua. E non è nemmeno detto”. (Continua dopo la foto)







Proviamo a cambiare quest’anno? Proviamo. Il segreto per mangiare senza pensieri a Natale, dunque evitare i sensi di colpa, i sacrifici disumani del ‘post feste’ e anche di buttare all’aria tutti gli sforzi fatti durante l’anno per perdere quei chiletti in eccesso senza rinunciare a quei piatti e cibi deliziosi che vi passano davanti a tavola c’è. Basta purificarsi e sgonfiarsi prima in modo da arrivare ‘preparati’ e superare senza troppi rimpianti le feste con una dieta detox. Vediamola così: prevenire è meglio che curare. (Continua dopo la foto)




Ora andiamo al sodo: come funziona la dieta pre-natalizia? Come si legge sul sito DiLei bisogna puntare sui cibi-amici, quelli che stimolano la circolazione, drenano i liquidi in eccesso, eliminano la cellulite e riattivano il metabolismo. Significa che per qualche settimana il vostro menù quotidiano farà a meno di bevande gassate, alcolici e degli alimenti ricchi di zuccheri e grassi, come i dolci, gli insaccati, le fritture e il burro. Limitate anche la carne rossa e i formaggi. (Continua dopo la foto)


 


Sì, invece, a tanta acqua (almeno due litri al giorno), tisane, frullati e tè verde, perfetto per dare sprint al metabolismo. Nel dettaglio, a tavola non fatevi mai mancare 5 porzioni di frutta e verdura di stagione (lattuga, rucola, cicoria, broccoli, cavoli e verza hanno un altissimo potere depurante). Ancora, mettete nella lista della spesa cereali integrali, legumi, probiotici e alimenti fermentati (thé kombucha, miso, kefir, tempeh e crauti), cibi fondamentali per migliorare il microbioma intestinale, innalzare le difese immunitarie e perdere chili in eccesso.

Dietro le quinte del potere Business.it

Dieta del mandarino: via 4 chili in 7 giorni. Come funziona

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it