Mai provato a congelare il limone? Sì, hai capito bene. Questo gesto, che può sembrarti bizzarro, ti conquisterà: ecco tutti gli effetti benefici


 

L’importanza della frutta e, in particolar modo, degli agrumi nella lotta ad alcune patologie è acclarata ormai a tempo. Uno studio recente dimostra che gli agrumi contengono un bagaglio essenziale di limonoidi, che si traducono in agglomerati in grado di contrastare le ER+ e le ER- nell’ambito della proliferazione delle cellule cancerogene nel seno. Questa scoperta getta nuova luce sull’importanza degli  agrumi per la prevenzione del tumore mammario e per la salute del nostro fisico. 

(Continua a leggere dopo la foto)



A questo proposito, può risultare molto utile ricorrere alla cosiddetta ”terapia del limone congelato”. Si tratta di una tecnica molto popolare tramite la quale godere al massimo di tutte le proprietà che può apportarci questo frutto. 

Il principale beneficio di questa terapia consiste nel poter goder  di quella parte del limone che può fare molto per la nostra salute: la scorza. Come accade nella maggior parte dei vegetali, la buccia contiene più vitamine della polpa, in questo caso la buccia di limone contiene dalle 5 alle 10 volte in più di vitamine rispetto al succo. 

Il limone ha anche delle capacità antimicrobiche contro infezioni batteriche e funghi, è efficace contro i parassiti e i vermi interni al nostro corpo, regola la pressione sanguigna e agisce come anti-depressivo contro lo stress e i disturbi nervosi.

Il limone dovrà restare per un solo giorno nel congelatore. Ventiquattro ore dopo potrete usarlo grattugiato per arricchine pasta, insalate, zuppe, bevande calde o fredde e macedonie. 

Bellezza e pulizia a costo zero? Per tante cose basta un po’ di limone. Provare per credere!