Laura Pausini in forma strepitosa. Ecco come ha fatto a perdere tutti quei chili. La cantante ha seguito “questa” dieta e ha detto addio a 20 chili di troppo in tempi record. Volete imitarla?


 

Laura Pausini è sempre stata una donna curvy. Una donna fiera del suo fisico morbido, per nulla ossessionata dalla magrezza a tutti i costi. Dopo la gravidanza, però, Laura ha deciso di mettersi a dieta per smaltire i chili in eccesso. Ebbene, Laura ne ha persi 20, di chili ed è tornata a sentirsi perfettamente a proprio agio. Ma come ha fatto la Pausini a perdere tutti questi chili? Che dieta ha seguito? Si chiama dieta SDM ed è stata ideata dal professor Blackburn dell’Università di Harvard. Si tratta di una dieta abbastanza rigida che prevede essenzialmente il consumo di proteine e di alimenti specifici preconfezionati. “Gli alimenti proteici S.D.M. sono costituiti da proteine ad elevato valore biologico”, si legge sul sito. In pratica, oltre al consumo di carni magre, pesce e verdure, prevede il consumo di alcune “bustine” che sono sostitutive dei pasti. Ogni singola SDM viene gestita in base alla persona che si vuole sottoporre alla dieta: quindi, in base al proprio peso e alle proprie esigenze, vengono stabilite le quantità dei pasti giornalieri e le proteine da assumere. Continua a leggere dopo la foto



Ovviamente non può essere improvvisata e ogni persona che decide di seguire la SDM deve essere seguita costantemente da un medico. La dieta fu ideata nel 1970 dal professor Blackburn anche se oggi è stata rielaborata per essere cucita su misura per ogni paziente. In che cosa consiste? Come è articolata questa dieta? La dieta ha 3 fasi: dimagrimenti, transizione e mantenimento. Ciò che rende particolare questa dieta non è solo il fatto che riesca a favorire la chetogenesi – il processo che porta il corpo a utilizzare i lipidi contenuti nell’adipe per produrre energia – ma si basa sulle esigenze del singolo individuo. Continua a leggere dopo la foto


La dieta, come abbiamo detto anche sopra, varia da individuo a individuo: la dose quotidiana di proteine viene calcolata caso per caso. A differenza della dieta Dukan, prevede un grande consumo di frutta e verdure. Il risultato è grandioso: si perdono 1,5/2 chili ogni settimana. Certo, bisogna fare qualche sacrificio ma quello lo diamo per scontato se ci si mette a dieta. I lati positivi? Si dimagrisce in fretta, ha un azione anticellulite, la massa magra non si perde. Un esempio di dieta? Continua a leggere dopo la foto


 

A colazione: un tè e un caffè più una merendina a scelta tra quelle preconfezionate (della SDM). A pranzo un integratore a scelta per esempio una pasta SDM con verdure. Spuntino: un integratore SDM a scelta tra dolce e salato. Cena: un piatto pronto a scelta tra quelli SDM e verdure. Sì, il lato negativo è che i piatti pronti SDM vanno acquistati e che non sono così economici… Se vi interessa questa dieta, rivolgetevi a un nutrizionista.

“Da provare”. La dieta del momento? È la ”Dash”: magre in poche settimane