Conoscete questi semi? È una fibra chiamata Psillio ed è l’ultima moda in fatto di alimentazione: i suoi effetti sono davvero miracolosi


 

I semi di psillio fanno parte di quegli alimenti naturali estremamente utili per la salute che purtroppo però non sono ancora molto conosciuti dalla maggior parte delle persone. Sono estratti da una pianta tipica dei paesi del bacino Mediterraneo dai piccoli fiori gialli (la Plantago psyllium) e sono avvolti in un rivestimento formato da mucillagini. Le mucillagini sono dei polisaccaridi che fanno parte delle fibre solubili e hanno la particolare caratteristica di assorbire acqua e di espandersi fino a raggiungere anche 25 volte il proprio peso.

(Continua a leggere dopo la foto)



L’assunzione dell’estratto dei semi di psillio determina l’aumento del volume del contenuto intestinale (ma non favorisce le fermentazioni) a causa del rigonfiamento delle mucillagini; ciò stimola la peristalsi e l’evacuazione. Lo psillio ha un potere antinfiammatorio e protettivo delle mucose intestinali, e contribuisce a ridurre l’assorbimento intestinale dei grassi, del colesterolo – senza modificare però i livelli del colesterolo buono (HDL) – e degli zuccheri, con diminuzione del picco glicemico dopo il pasto. Come si assume – bastano 5-7 grammi di semi di psillio al giorno per normalizzare le funzioni intestinali e per prevenire i disturbi cardiocircolatori. L’assunzione dello psillio deve essere accompagnata ad una adeguata quantità di acqua (150-200 ml ogni 5 grammi).

10 cose che dovresti smettere di fare se vuoi dimagrire