Mangi in continuazione e non riesci a dire basta al cibo? Niente paura, ecco tutti i trucchi per dire addio alla fame nervosa (che ti fa prendere parecchi chili)


 

Gli esperti definiscono la fame nervosa, o eating emozionale, un comportamento alimentare in cui le persone sono spinte ad assumere cibo in quantità smodata per far fronte alle emozioni quali l’ansia, la rabbia, la tristezza, lo stress. Spesso quandi siamo in preda allo sconforto capita di ricorrere al cibo come consolazione o sostituivo di un piacere che non si riesce a vivere o di cui si sente la mancanza. Si tratta comunque di una reazione ad uno stato di squilibrio emotivo, che si cerca di compensare, appunto, attraverso l’assunzione di cibo, soprattutto quello ricco di zuccheri.

(Continua a leggere dopo la foto)







Secondo gli studiosi, la fame emozionale tende a presentarsi nelle ore serali e notturne e colpisce soprattutto le donne di età compresa fra i 16 e i 40 anni. Per affrontare questo disturbo è importante riconoscere la causa. Se ad esempio, avete la tendenza a mangiare di più quando siete arrabbiati sarebbe opportuno affrontare la situazione che ha generato il risentimento o la frustrazione e nel caso questo non sia possibile, potete sempre ricorrere all’attività fisica, che aiuta a scaricare le tensioni e fa bene all’umore. Se si mangia per noia può essere utile programmare delle attività piacevoli e non troppo impegnative. Se il vostro problema è la tristezza, invece, provate a scrivere su un foglio almeno 5 cose che vi rendono felici, al di là del cibo e iniziate a metterne in pratica una.

Ti potrebbe anche interessare Bene, con la dieta del riso dimagrisco 2 chili a settimana e non soffro la fame!

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it