Lo sai che succede se metti uno spicchio d’aglio nelle orecchie? Beh, può fare un po’ senso ma cambierai idea. E, volendo, c’è una valida alternativa….


 

 








Il cerume è presente nelle orecchie e di solito non genera problemi, è un alleato per la difesa dell’organismo che lo difende da agenti esterni ma condizioni eccezionali possono crearne un accumulo significativo che può limitare la capacità uditiva, provocare dolori e imbarazzare per una questione puramente estetica. Alcuni rimedi naturali possono rivelarsi veramente utili.

Uno dei metodi classici più consigliai richiede l’impiego di olio d’oliva e aglio. Basterà scaldare in un pentolino dell’olio aggiungendo qualche spicchio d’aglio tagliuzzato per sfruttarne le proprietà antibatteriche e antivirali. Quando l’olio avrà impregnato l’aglio basterà togliere la soluzione dal fuoco e lasciare raffreddare. Una volta tiepida versare delicatamente nell’orecchio, aiutandosi con un contagocce, chinando la testa dal lato opposto rispetto all’orecchio da trattare, così da favorirne lo spostamento del liquido sul punto interessato. In alternativa si può utilizzare anche dell’ovatta. In sostituzione dell’olio di oliva si possono usare anche gli oli di Ylang ylang e gli oli essenziali di camomilla, melaleuca e geranio.

10 minuti e via, ecco il metodo più miracoloso per snellire i fianchi e avere un sedere così…

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it