La vagina ha un odore cattivo, tu sei a disagio e hai deciso che non ti farai mai più sfilare le mutandine. Alt! Ecco il rimedio perfetto per avere un triangolino profumato (senza rischi)


È il pensiero che hanno tutte le donne quando si tratta di avere un rapporto con il partner: l’odore della vagina, spesso acre, mette a disagio molte donne che, quindi, per far fronte a questo problema, ricorrono alle più strategie strategie, che, però, spesso sono nocive per la vagina. Se anche tu vuoi una vagina che emani un odore buono, anzi, che non abbia un odore cattivo, ci sono alcune semplici regole da seguire. Prima di tutto, è importante sapere che la vagina ha un meccanismo di autopulizia, il che significa che non è necessario pulirla dall’interno. La vagina si pulisce da sola. Quindi no alle lavande intime che possono creare problemi alterando la flora batterica. Ma quali sono questi rimedi? Intanto la vagina va lavata solo con acqua, possibilmente calda. Forse questo vi sembrerà un rimedio banale, ma non lo è. Lavarsi solo con acqua è più che sufficiente a garantire una corretta igiene intima. I saponi profumati non vanno bene per le zone intime. Se vuoi passare un po’ di sapone sulle labbra o sulla vulva, va benissimo. Ma assicurati che non abbia odori che abbia il giusto ph. Continua a leggere dopo la foto







Non usare per alcuna ragione lavande vaginali. Forse ti danno l’idea di pulire a fondo il canale vaginale, ma non è così: è solo una tua impressione. Come dicevamo prima, la vagina si pulisce benissimo da sé, almeno dall’interno. Non alterare un equilibrio perfetto. Sconsigliatissimi anche i bagni di vapore: non servono a nulla e, soprattutto, non cambiano l’odore della vagina. Se non hai il ciclo o grosse perdite, evita di usare assorbenti o proteggi slip. Usali solo se necessario e, anche in questo caso, evita quelli con una profumazione. Prenditi cura della tua vagina in special modo quando hai il ciclo: molte donne infatti sperimentano infezioni vaginali quando hanno le mestruazioni. Succede perché il sangue altera il ph. Continua a leggere dopo le foto





{loadposition intext}

Cosa altro puoi fare per prenderti cura della vagina? Bagnala con dell’aceto di mele. L’aceto di mele è un antibatterico naturale. Usalo così: includi al tuo lavaggio abituale una o due tazze di aceto, immergi la vagina per 20 minuti e il gioco è fatto. La tua vagina avrà un buon odore di pulito e i batteri nocivi saranno eliminati. Anche lo yoghurt è ottimo per contrastare i cattivi odori. Passalo sulla vagina e poi risciacqua: scongiurerai anche il rischio di candida oltre a ristabilire il corretto ph. Anche l’aceto bianco è miracoloso. Mischialo con un po’ di sale e acqua fredda. Immergiti e avrai fatto un regalo alla tua vagina che, ti accorgerai, non avrà più traccia di cattivi odori. Altro ingrediente per tenere alla larga infezioni da lieviti e cancellare ogni cattivo odore intimo, è il bicarbonato. Mischia due cucchiaini di bicarbonato in una tazza di acqua tiepida e usa il composto per sciacquare la vagina. Asciuga bene e il gioco è fatto.

Terrificante. Ecco cosa succede alla vagina quando non si fa sesso da tanto tempo (è inclusa anche la masturbazione che è sesso a tutti gli effetti)

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it