Allarme tintarella: attenti a quello che bevete! Ecco i cocktail che rischiano di rovinarvi l’estate (e come è facile che accada…)


 

Con questo caldo, un cocktail fresco e magari a base di frutta è quello che ci vuole. Ma attenzione: guardate queste immagini. Mostrano alcune reazioni chimiche che, a contatto con la vostra pelle, potrebbero rovinarvi definitivamente l’estate. Specie se si bevono bevande zuccherine che accidentalmente potrebbero cadervi addosso. Lime, arance, sedano e tutto ciò che abbellisce il vostro bicchiere potrebbero essere una vera seccatura per la vostra estate.

(Continua dopo la foto)








Come ricorda Yahoo, sapevate che succo di lime, pelle e sole equivalgono a un incubo tremendo? Un incubo che ha un nome, phytophotodermatitis, e che si materializza quando la pelle è esposta sia al succo di lime che ai raggi UVA. Vi piace il margarita? Attenzione a non rovesciarvelo addosso, gli effetti potrebbero essere devastanti: la phytophotodermatitis è una reazione che si verifica quando l’olio o altre sostanze a contatto con la pelle e i raggi solari creano una bruciatura chimica. Negli States la chiamano ironicamente “dermatite da margarita”.

 

(Continua dopo la foto)






Può colpire tutti, indipendentemente dal tipo di pelle o dal colore. Molti la confondono con orticaria da edera velenosa, ma i dermatologi conoscono benissimo questa reazione estiva, frutto di un mojito di troppo. Non solo lime: a provocare questa reazione può essere anche l’estratto di altri agrumi, sedano, pastinaca selvaggia, aneto selvatico, prezzemolo selvatico e alcuni fiori di campo. Il modo migliore per preservarvi da queste tremende scottature? Lavarvi immediatamente le mani o le altre parti del corpo se ne venite a contatto. Lime, arance, sedano e tutto ciò che abbellisce il vostro cocktail potrebbero essere una vera seccatura per la vostra estate.

Ti potrebbe interessare anche: Vuoi un’abbronzatura perfetta? Ecco cosa devi mangiare per una tintarella da favola

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it