Come è fatta la tua bocca (e la sua)? Ecco i segreti che rivela del vostro modo di essere…


 

La stretta relazione che c’è tra la forma e la salute dei nostri denti con il benessere dell’intero organismo nasce in Francia intorno al 1984 quando i medici dentisti Rodrigue Mathieu e Michel Montaud conducono ricerche sul linguaggio simbolico dei denti per capire la psiche. Per risolvere vecchi, il dentosofo utilizza uno strumento chiamato l’attivatore plurifunzionale. È una sorta di paradenti da pugile realizzato in morbido caucciù che va indossato solo alcune ore al giorno. Questo attrezzo permette di intervenire sulla psiche, sul fisico e, ovviamente, sui denti. In questo modo si armonizza la forma di palato, gengive, denti senza usare l’apparecchio vero e proprio. Questa disciplina, chiamata dentosofia, permette al paziente la libertà di guarire, attraverso una riarmonizzazione, che non coinvolge solo la sua bocca, ma anche il suo intero organismo.

(Continua dopo la foto)








1. Secondo questa disciplina la mandibola è legata alla nostra visione di futuro, la mascella al passato. Se siamo tipi tenaci con grande forza di volontà, ma non sappiamo mettere in pratica le idee, attaccati al nostro concetto di futuro sicuramento avremmo un mento pronunciato.

2. Se invece la nostra mandibola tende ad andare indietro, significa che siamo creativi senza senso pratico. Dobbiamo sognare un po’ meno e muoverci un po’ di più.

3. Lo spazio tra i denti, invece, rivela la vivacità. Quindi, più lo spazio è largo e più questa caratteristica sarà evidente. Questo tratto caratterizza anche le persone poco coerenti. Spesso la nostra parte femminile non riesce a trovare un punto di incontro con la maschile creando problemi di coppia in età adulta.

4. Incisivi storti o canini superiori prominenti, si riscontrano molto spesso nelle persone molto sedentarie che passano il tempo libero davanti a una televisione, un computer o attaccati a tablet e smartphone. I canini simboleggiano la forza fisica che si esprime attraverso il contatto diretto con i coetanei, l’affetto e il senso di appartenenza; conducendo una vita sedentaria non c’è più la possibilità di muoversi e confrontarsi con il gruppo, causando così squilibri interiori oltre che fisici.

Potrebbe anche interessarti: “Attenzione il dentista è gay, prendete precauzioni”, ecco il cartello omofobo in uno studio medico

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it