Quella terribile abitudine che ci fare poco amore. È anche un tuo problema…


 

Ormai facciamo tutti pochissimo amore. E la colpa non è della noia, della monotonia, della quotidianità, la colpa è degli smartphone. È di questo che parla  il nuovo libro dello statistico David Spiegelhalter dell’Università di Cambridge. Come riporta Il Messaggero, l’indagine ha messo in evidenza che la quantità media di rapporti delle coppie eterosessuali del Regno Unito si è ridotta da quattro al mese nel 2000 a tre.

(Continua a leggere dopo la foto)







“Un tempo c’era un’enorme separazione tra la nostra vita pubblica e quella privata. Ora queste due sono assolutamente integrate – ha spiegato Spiegelhalter – Le persone controllano continuamente gli sms, i messaggi di posta elettronica e le chat. Non esiste più quella sorta di tempo libero silenzioso che avevamo un tempo”. Lo smartphone, insomma, ci distrae: “Internet si insinua sotto le lenzuola degli italiani e ne mina la felicità sessuale – ha spiegato il sessuologo Vito Frugis – si preferisce chattare o navigare piuttosto che fare l’amore”. 

Ma ecco una lancia in favore degli italiani: “Noi italiani siamo da sempre più passionali e le indagini ufficiali degli istituti di sessuologia confermano che il numero di rapporti settimanali è abbastanza frequente”. Ma comunque dobbiamo stare attenti per non essere inghiottiti nel vortice della tecnologia. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it