Qualche ottimo consiglio per un sedere antigravitazionale e seducente…


 

In principio fu J.Lo, la prima ad assicurare il suo fondoschiena per 50 milioni di dollari, poi arrivò Beyoncé e infine Kim Kardashian. E’ il sedere il principale “indiziato” in questo caso, il protagonista indiscusso della nuova ondata di interesse da parte delle donne. Ma come è possibile avere un lato B alla Kim? Esistono alcuni metodi, andiamo a scoprirli.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Il fenomeno del lato b abbondante ha fatto crescere a dismisura la vendita dei cosiddetti Booty Booster, gli shorts che proiettano in alto i glutei. Feel Foxy, la ditta che li produce, ha visto crescere del 40% gli ordini di culotte Butt Lifter e Booty Pop, che possono amplificare l’ampiezza del fondoschiena fino al 25%. In commercio si trovano tantissimo pants o culotte che assicurano un lato b alla J. Lo, ma anche quelli che riescono solo a rialzarlo, senza aumentarne il volume. Il lifting del gluteo per avere un sedere alla brasiliana si sta affermando come uno dei più richiesti interventi di chirurgia estetica tanto che, secondo i dati AICPE – Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica – negli ultimi due anni gli interventi di gluteopessi e di aumento dei glutei sono quasi raddoppiati. Per avere un fondoschiena al top esiste anche un intervento in day hospital, si chiama intervento di medicina estetica B-Up: dura circa 45 minuti e prevede l’inserimento di fli di sospensione per riposizionare i tessuti rilassati verso l’alto. Infine, per le amanti del fitness, ad aprile si troverà online un programma da 8 settimane chiamato The Gunnar Challenge: una serie di esercizi create dal personal trainer delle Kardashian, Gunnar Peterson.

Potrebbe anche interessarti:

Ecco la formula del sedere perfetto (e il test per scoprire come sei messa a lato B)