Saltare i pasti, rinunciare a pane e pasta e altri 6 miti da sfatare sulle diete


Rinunciare a pane e pasta, non mangiare prima di un allenamento e saltare i pasti. Chi lotta con la bilancia ha sicuramente provato questi stratagemmi per perdere peso, che a volte possono servire. I chili si buttano via presto ma poi si riacquistano dopo qualche mese. Ecco quindi i 10 falsi miti sulle diete.

(Continua a leggere dopo la foto)







1. Saltare un pasto. Molto meglio fare una buona colazione, due pasti equilibrati e due spuntini sani. In questo modo l’organismo sarà al massimo delle sue funzionalità ora dopo ora. Saltando un pasto si arriva a quello successivo affamati.

2. Rinunciare a pane e pasta. I carboidrati sono indispensabili per il nostro organismo. Ciò che ci fa ingrassare sono le dosi eccessive e i condimenti ricchi di grassi.

3. La pasta integrale è meno calorica. Non è vero. È vero però che è più sana in quanto contiene più fibre grazie alle quali danno un senso di sazietà maggiore e favoriscono il transito intestinale.

4. Il burro è più calorico dell’olio. No, è meno calorico: 100 grammi di burro contengono 10 grammi di acqua, l’olio invece ha una percentuale di sostanze grasse di circa il 100%. 

5. Mangiare tanta frutta fa bene. Attenzione, anche in questo caso, a non esagerare: la frutta contiene un’alta quantità di zuccheri (fruttosio). Bastano, quindi, due o tre frutti al giorno.

6. Stop a zuccheri e pasta per diminuire il colesterolo. Per abbassarlo sarà sufficiente diminuire l’uso di alimenti di origine animale come uova, carne, crostacei, latte, burro e formaggi.

7. Le proteine sono indispensabili per gli sportivi. Per chi pratica sport è necessario assumere cibi come la pasta, il pane e la frutta prima d’iniziare l’allenamento. Le proteine utili sono quelle previste da una dieta sana ed equilibrata.

8. Non mangiare prima di fare sport. Basta mangiare qualcosa di leggero ma nutriente.

Potrebbe anche interessarti:

Adesso basta! 10 motivi ragionevoli per non mettersi più a dieta

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it