I capelli sbiaditi ti mettono tristezza? Ecco 4 trucchi per ravvivare il colore (e tornare a sorridere)


Lavaggi frequenti con prodotti non idonei e acqua molto calda, phon bollente e piastra, esposizione diretta araggi ultravioletti, acqua salata, cloro, trattamenti cosmetici errati e persino stress, problemi alimentari e fumo. Queste le cause di una chioma spenta e sbiadita. Il colore non importa, dal castano al bionbo, che sia naturale oppure artificiale, il colore dei nostri capelli deve costantemente essere preservato e ravvivato. Ecco qualche consiglio per avere una chioma sempre splendente:

(Continua a leggere dopo la foto)



1. Il segreto per conservare nel tempo la brillantezza del colore dei capelli (naturale o ottenuto dal parrucchiere) è quello di utilizzare prodotti mirati. Pur essendo sempre validi i classici trattamenti per capelli colorati, che mantengono più a lungo il risultato, negli ultimi tempi le case cosmetiche hanno messo a punto shampoo, balsami e maschere che, grazie alla formulazione con sostanze riflessanti e ravvivanti del colore, sono in grado di esaltarne la bellezza di biondo, rosso e castano sia naturale che ottenuto con la colorazione.

2. Hennè, ciliegio e cannella per il rosso. Le rosse naturali sono un numero esiguo, circa l’1% della popolazione mondiale e, per di più, secondo alcuni ricercatori sarebbero destinate a sparire nell’arco dei prossimi decenni. Malgrado ciò, il rosso in tutte le sue gradazioni, resta uno dei toni di colorazione più amati. Occhio, però, perchè scarica velocemente perdendo in poco tempo la sua intensità e la suabrillantezza. I trattamenti che se ne prendono cura sono a base di estratti naturali di henne, di ciliegio selvatico e di cannella che, già nella detersione, ravvivano e aggiungono riflessi luminosi alla chioma.

3. Mallo di noce, castagna e melissa per il bruno Dal castano al nero corvino, anche itoni scuri possono perdere in lucentezza e intensità del colore. Il risultato è che le tonalità rischiano di essere un po’ piatte. Basta trattarle con prodotti a base di estratti di mallo di noce, di henne, di castagna, ma anche di mirtillo o melissa perché ritrovino una brillantezza a specchio.

4. Oltre a shampoo e balsami specifici, per risvegliare (letteralmente ri-portare alla luce), il colore un po’ spento dei capelli si possono utilizzare anche i nuovi trattamenti per capelli tinti, a metà tra cura e colore. Si tratta di maschere ravvivanti che, pur senza contenere ammoniaca nè acqua ossigenata, riescono a restituire intensità e splendore alla tinta, grazie alla presenza di coloranti diretti (biondi, rossi o bruni), che intensificano i riflessi del colore, dalla radice alle punte.

Ti potrebbe anche interessare:

Capelli piatti? Ecco cinque modi semplici semplici per conquistare più ”volume”

Allungare la chioma senza extension? Sì, con la “pozione” miracolosa che li fa crescere in 7 giorni