Il detersivo? Oggi (che ho tempo) me lo faccio in casa. Ecco come preparare quello ecologico e super efficace


Quante ricette trovate in giro per realizzare il detersivo fatto in casa? Sul web ce ne sono tantissime ma oggi vi proponiamo quella del sito La Fucina, con gli scarti della nostra cucina. Sì, avete capito bene. Si può fare. Che dite, proviamo? Oggi o un giorno che abbiamo un po’ di tempo…

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Guardate il video e provate a farlo a fare il vostro detersivo home made, ecologico e commestibile.

(Continua a leggere dopo il video)

 


Ingredienti per preparare il detersivo ecologico: Scarti vegetali crudi, zucchero, acqua Il procedimento è molto semplice, è veramente a prova di bambino e sarà anche un divertimento: Versiamo 1,25 l di acqua in un secchio e 250 g di zucchero bianco. Poi mescoliamo, facciamo sciogliere lo zucchero e una volta che è sciolto otteniamo un’acqua zuccherata. Aggiungiamo gli scarti, mescoliamo e inizia il processo di fermentazione. I nostri scarti diventeranno un ottimo prodotto per le pulizie. Ogni giorno o ogni due giorni con una mano o con un cucchiaio spingiamo gli scarti verso il basso in modo che si formi una specie di muffa sopra. Dopo 4 mesi otterremo un detersivo che andrà semplicemente filtrato. Se utilizzato come concentrato è un supersgrassante, oppure lo possiamo diluire in uno spruzzino. Otterremo un prodotto per tutte le superfici: per i vetri è veramente da stellina, è veramente meraviglioso. Il detersivo ecologico che potete bere: i fermenti attivi Come sappiamo anche la birra, lo yogurt e la pasta madre sono fermentati. Questo è semplicemente un altro tipo di fermentazione che arriva dalla Thailandia e in Italia non è ancora conosciuto. È un ottimo aceto, ma si può tranquillamente bere. A tutti gli scettici consiglio di provare, non costa nulla.