“Cena finita!”. Ma occhio alle scarpe che indossa Diletta Leotta: il prezzo è “da sturbo”


Tra i volti noti dello spettacolo, anche Diletta Leotta colpisce per ‘tendenza’. Il look della giornalista sportiva, nonché personaggio femminile discusissimo della 70^ edizione del festival di Sanremo, lancia una moda che farà tendenza per tutte le giornate invernali che ancora ci tengono lontane dalla primavera. La conduttrice sportiva di Sky incanta per bellezza e look e lo fa con uno stile unico. Un assaggio lo abbiamo già avuto in prossimità del debutto sanremese, quando spopolò in web in vestitino corto e monopattino. Il messaggio, anche in quel caso, è stato molto loquace.

“Sfreccio per Sanremo”, ha postato Diletta Leotta, pronta e ben allenata per i quattro grandi serali del Festival della musica italiana. Così la giornalista sportiva ha mostrato un modo per essere femminili, ma senza troppi merletti. Non è stata l’unica a lanciare la moda degli anfibi con la zeppa detti “a carrarmato”. Stiamo parlando degli stivali Monolith, lanciati da Prada. Diletta Leotta e Ilary Blasi sono le dirette testimonial di un ‘pezzo’ nella storia della moda che mira continue rivisitazioni e che proprio per questo è intramontabile. Il segreto sta nel saperli calzare, e i portamento, come sempre fa la sua giusta parte. (Continua dopo la foto).






La Maison Prada l’ha pensata davvero bene, perché da quando ha lanciato gli anfibi a carramato, moltissimi brand non hanno perso tempo a imitarli e lanciarli, a loro volta, nel mercato mondiale. Gli anfibi sono pensati per tutte quelle donne che non hanno mai perso il gusto rock, puro anni ’90. La maxi zeppa appariscente fa la differenza. Il segreto è saperli calzare con femminilità, ma a questo ci pensano anche le star. Diletta Leotta mostra perfettamente in quali occasioni gli anfibi tornano come utili armi di seduzione e, insieme, di trasgressione. Gli stivali Monolith in pelle aderiscono alla perfezione ai polpacci, e per non perdere il tiro mettono in bella mostra inimitabili borchie e chiusure metalliche. Poi la ciliegina sulla torta è senza dubbio la zeppa “a carrarmato”. (Continua dopo le foto).








Sono stati proposti per la prima volta in passerella nel febbraio del 2019, per la precisione nella collezione Autunno/Inverno 2019-20, quella ispirata alla Famiglia Addams, dove vennero declinati in diverse varianti, dalla classica in total black a quella in colori vitaminici come il rosso e il fucsia, fino ad arrivare ai mocassini con i lacci. Il modello originale ha la zeppa alta 55 mm, dei cinturini con contenitori in nylon rimovibili e costa 1.300 euro ma sul mercato è ormai possibile trovare brand che ne hanno proposte delle versioni simili ma più economiche. Chiara Ferragni, Bella Hadid, Diletta Leotta e Ilary Blasi sono solo alcuni tra le più accanite sostenitrici del lancio. (Continua dopo le foto e il post).

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Cena finita: ora lascio tutto in mano a lei. 🍽🤩 @beko_italy #adv

Un post condiviso da 🌸Diletta Leotta🌸 (@dilettaleotta) in data:

Sicuramente i giusti abbinamenti creano un look davvero inimitabile. Ad esempio, la conduttrice di Canale 5 li ha portati con un maglioncino azzurro e dei leggings di pelle, mentre la giornalista sportiva li ha indossati prima con le calze velate e un minidress a fiori, poi con i jeans per fare le faccende domestiche. “Cattive”, ma al punto giusto, proprio come vuole il rock anni ’90. Il prezzo? Se originali, i nostri amici ‘per la pelle’ costano intorno ai 1.300 euro, ma se sarete brave riuscirete a trovare anche un prezzo scontato, che si aggira intorno ai 650,00 euro. Carattere e personalità costano sempre tanto, ma non temete, perché anche le versioni più accessibili vi aiuteranno a trovare il giusto stile. Attenzione, però, a non correre in fretta, perché gli anfibi a carramato richiedono il giusto portamento, altrimenti rischiate di fare scappare tutti.

“Cambia tutto!”. Amici 19, sarà una rivoluzione sotto tutti i punti di vista: a dirlo è proprio Maria De Filippi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it