Distrugge la cellulite e ha persino un buon sapore. Ecco cosa devi bere a metà mattina (o a metà pomeriggio) per avere il sedere (e le cosce) che hai sempre desiderato


 

Cellulite, ti odio. E ti odio davvero con tutto il mio cuore. Vado in palestra, sudo, fatico. Bevo ettolitri di acqua ogni giorno (e passo ore e ore al gabinetto a buttare via le tossine). Mangio cibi con poco sale. Cerco di non indossare troppo spesso pantaloni aderenti (che non fanno passare il sangue) e, appena mi sveglio, invece di un bel cornetto integrale con il miele (o con la marmellata ai frutti di bosco) mi scolo una tazza enorme di acqua tiepida e limone. Ormai mi piace, ma i primi tempi è stato davvero uno choc. Tornando a noi, cellulite delle mie brame, cosa ci fai ancora sulle mie cosce e sulle mie chiappe? Ti faccio questa domanda a nome di tutte le donne che, credo (o comunque spero) abbiano lo stesso problema. Dopo questa ode alla cellulite, torniamo serie. Un nuovo rimedio per la cellulite, del quale raccontano miracoli, c’è. E si beve. Che ne dite, visto che le abbiamo tentate tutte, tentiamo anche questa? Ma sì. Non abbiamo nulla da perdere.

(Continua a leggere dopo la foto)



Prendi mezzo ananas e una tazza di tè verde. Frulla l’ananas, che, come sai, è un potente anticellulite naturale, versa il succo in un bicchiere. Aggiungi il tè verde che è una bibita perfetta per perdere peso (e accelerare il metabolismo). E, già che ci sei, metti anche un pizzico di zenzero fresco che, tra le altre cose, stimola le funzioni metaboliche, aiuta la digestione e migliora la circolazione. Ecco, la tua bevanda anticellulite è pronta. Bevila ogni mattina, come spuntino. O a metà pomeriggio, quando i morsi della fame ti attanagliano lo stomaco. Ti farà sentire sazia e, nel frattempo, distruggerà i cuscinetti che hai sulle cosce. Già dopo una settimana, avrai il piacere di vedere i risultati. Ecco, a quel punto non smettere: continua a bere il bibitone a oltranza.  

 

Basta cellulite sul lato b. Con questo ingrediente (che può essere usato in decine di altri modi) dici addio alla buccia d’arancia. E la tua pelle ringrazia