”Triangolino”: lo depilo o lo lascio selvaggio? Una delle due scelte potrebbe rivelarsi molto pericolosa… E tu, come ti comporti con i peli ”là sotto”?


 

La questione dei peli corporei è aperta da decenni. E ultimamente si concentra su certi peli, quelli che abbiamo là dove non batte il sole. E un dilemma ci assilla: elimino tutti i peli del pube o li lascio lì? Se li tolgo, sono più sexy, lui apprezza di più la mia ‘’lei’’, io mi sento più pulita e in ordine. Però, certo, levarli è un incubo vero: il dolore è allucinante e non sempre ho l’energia di resistere. Ebbene, se anche tu hai questo dilemma, sappi che non sei l’unica. 

(Continua a leggere dopo la foto)








Qualunque sia la tua scelta, va bene. Purché tu ti senta bene. Bella e felice. Oggi, però, vogliamo parlare della scelta di non togliere i peli pubici, scelta che può avere numerosi vantaggi per un motivo su tutti: se i peli pubici sono lì, sono lì per un motivo. E, come spiega un video di AsapScience and Thought Café, lasciare i peli pubici al loro posto, ha numerosi vantaggi. Te li elenchiamo. Ecco i motivi per cui non dovresti raderti là sotto:

 

1)Come spiega AsapScience, i peli pubici appaiono durante la pubertà e rappresentano un segnale: significa che l’uomo e la donna sono pronti per riprodursi. Non solo: i peli pubici evitano che, durante il sesso, ci sia un’eccessiva frizione sugli organi genitali.

2)I peli pubici ti rendono sexy. Essendo un simbolo di fertilità, fanno apparire una donna più attraente (magari dopo aver dato una ‘’spuntatina’’ al cespuglio).

3)Sono importanti per il sudore. Il nostro corpo ha due tipi di ghiandole sudoripare: le eccrine che secernono sudore inodore e le apocrine, che si trovano sotto le ascelle e nell’area pubica. Queste ultime producono un sudore che ha un odore intenso. Le ghiandole apocrine usano i follicoli dei peli pubici per produrre sudore che è ricco di proteine, lipidi e feromoni. Sostanze che fanno bene. 

4) Radersi o fare la ceretta può provocare irritazioni, peli incarniti e prurito. AsapScience ha notato che il 75% delle persone che rimuove i peli pubici, soffre di prurito in quell’area. Non è un granché veder gente che si gratta là sotto. No, non lo è.

5) C’è una teoria secondo la quale c’è una correlazione tra rimozione dei peli pubici e malattie sessualmente trasmissibili come per esempio la gonorrhea, la clamidia e il papilloma virus. In compenso, con l’avvento della cera ‘’là sotto’’ sta diminuendo il rischio di contrarre le piattole. 






 

Fai brillare la tua ”lei”, l’ultima tendenza che spopola tra le donne (e fa eccitare gli uomini)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it