Elena Santarelli: “Da mamma dico grazie a Duracell per la sua nuova Tecnologia Baby Secure, preziosa alleata per la sicurezza dei nostri bambini”


Tutte le mamme sanno che le attenzioni non sono mai sufficienti, quando si hanno bambini piccoli che girano per la casa. In questo periodo particolare, poi, in cui le festività natalizie saranno più o meno in lockdown, sarà sempre di più il tempo trascorso all’interno delle proprie abitazioni e mai come oggi la casa deve essere sinonimo di sicurezza e protezione.

Si sa che i bambini con quelle loro manine arrivano nei posti più impensabili e la loro curiosità li porta ad esplorare luoghi e oggetti che non destano minimamente l’attenzione degli adulti.

E sembra incredibile come i bambini approfittino subito di quei momenti in cui i genitori sono meno attenti perché presi da mille altre faccende. E allora la casa, il luogo che sembra essere il più accogliente, può “nascondere” mille pericoli. Renderla sicura su tutti i fronti significa prevedere l’imprevedibile e pensare all’impensabile.

Lo sa bene anche Elena Santarelli, mamma di due bambini, attenta e premurosa, che ha deciso di essere ambasciatrice del progetto Home Safe Home nato dalla collaborazione di Duracell con Moige – Movimento Italiano Genitori onlus – per sensibilizzare le famiglie sul tema della sicurezza domestica che ha incluso anche una breve Guida (per scaricarla clicca qui) per aiutare genitori e nonni a tenere a mente tutti gli accorgimenti per una casa sicura e a misura di bambino.


Duracell pile sicurezza bambini Tecnologia Baby Secure





«La casa è il luogo in cui trascorriamo più tempo, quello che ci fa sentire sicuri anche quando fuori infuria la tempesta. E le tempeste io ormai le conosco bene. Ho sempre considerato la mia casa come il luogo in cui sentirsi più protetti e al sicuro, specialmente in alcuni momenti difficili della mia vita. E oggi, con la pandemia di Covid-19, la sensazione è un po’ la stessa. Ma perché la casa sia davvero il nostro porto sicuro, dobbiamo prestare attenzione anche alle più piccole cose – dichiara Elena Santarelli. Ho imparato sulla mia pelle, infatti, che i bambini sono curiosi per natura e di conseguenza talmente imprevedibili che anche gli oggetti apparentemente più innocui possono diventare pericolosi».

«Certo, so bene che noi mamme e papà non possiamo proteggerli da tutto e tutti, ma credo sia giusto fare il possibile per prevenire ogni tipo di incidente. Per questo ho apprezzato particolarmente l’impegno di Duracell nel rendere più sicure, con la nuova tecnologia Baby Secure, le batterie a bottone al litio, sempre più diffuse e potenzialmente pericolose proprio per i più piccoli, così come il progetto Home Safe Home che può aiutare tutti noi genitori a non abbassare mai la guardia su questo tema e a “ripassare” tutti gli accorgimenti pratici per una casa sicura. Quindi grazie Moige e grazie Duracell per aiutarci a proteggere i nostri bambini».

Da sempre attento alla sicurezza dei propri prodotti, Duracell ha infatti voluto sostenere i genitori in un percorso di sicurezza per una casa davvero a misura di bambino anche, e soprattutto, con lo sviluppo della nuova ed unica Tecnologia Baby Secure sulle sue batterie a moneta a litio.


Duracell pile sicurezza bambini Tecnologia Baby Secure





Si tratta di un’idea semplice ma estremamente utile: le batterie a moneta al litio di Duracell sono ricoperte di una sostanza innocua ma amarissima tanto da provocare nei bambini la reazione istintiva di sputarle immediatamente, qualora provassero accidentalmente a metterle in bocca.

«Da sempre l’innovazione in Duracell è orientata tanto alla performance quanto alla sicurezza. Vogliamo offrire ai nostri consumatori non solo le batterie più efficienti e durevoli, ma anche la tranquillità di utilizzare dispositivi sicuri. Soprattutto quando possono finire tra le mani dei bambini. La tecnologia Baby Secure, tuttora l’unica sul mercato, è nata proprio per rendere ancora più sicure le nostre batterie a moneta a litio da 20mm anche quando sono fuori dalla confezione o sono contenute nei dispositivi, ovvero proprio quando il livello di protezione deve essere maggiore», commenta Carmela Izzo, General Manager di Duracell Southern Europe».

Il 90% delle ingestioni di batterie a moneta a litio avviene infatti quando queste sono fuori dalla confezione o all’interno dei dispositivi – oggi sempre più numerosi – che le utilizzano come telecomandi della macchina, del garage, orologi, bilance ecc. Il diametro di questo tipo di batterie misura 20mm, quanto l’esofago di un bambino e per questo, in caso di ingestione, potrebbero rimanervi bloccate e sviluppare una reazione chimica che potrebbe avere conseguenze anche gravi.

Già da tempo Duracell aveva inserito nelle sue batterie a moneta al litio diverse funzionalità di sicurezza come ad esempio una confezione con doppio blister impossibile da aprire con le mani ma solo con le forbici e tutta una serie di avvertenze sulla confezione e sulle batterie stesse per ricordarsi che questo prodotto va tenuto fuori dalla portata di un bambino.


Duracell pile sicurezza bambini Tecnologia Baby Secure


Ora, con la nuova Tecnologia Baby Secure, Duracell alza ancora di più l’asticella della sicurezza dei bambini, per una maggiore serenità dei genitori. Conoscere e scegliere gli alleati migliori per la sicurezza dei nostri piccoli è infatti fondamentale per cercare di prevenire i tanti incidenti, piccoli e grandi, cui potrebbero andare incontro, anche fra le mura di casa.

Per maggiori informazioni sulla Tecnologia Baby Secure di Duracell clicca qui

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it