“Amore mio ma cosa hai!?”. Torna a casa dallo shopping natalizio con una bella sorpresa per il suo piccolo. Ma quando entra lo trova in condizioni assurde. Il sangue si gela nelle vene e subito capisce il motivo di quell’orrore: “Una pugnalata allo stomaco”


 

Quando arriva il Natale per i bambini è un’emozione grandissima. Finalmente, tutte le loro fantasie si possono realizzare e si possono immergere in un mondo magico dove Babbo Natale e i suoi aiutanti sono veri. Ma tutti i bimbi sanno anche di dover aspettare il momento giusto per scartare le meraviglie. Ma non sempre si riesce e la curiosità delle volte vince sulle regole. Anche il piccolo protagonista di questa vicenda sapeva che in casa vigeva il divieto di sbirciare tra i pacchi dei regali di Natale, ma la desiderio di sapere era tanto e lui – un bambino di soli 5 anni – non ha resistito. Purtroppo, l’infrazione alla regole gli è costata molto cara. Il piccolo, residente con la madre e il di lei compagno in Oklahoma, negli Stati Uniti, è stato picchiato brutalmente sulla schiena e sul viso dal compagno da quest’ultimo, Wesley McCollum, 25 anni. Gli inquirenti stanno ora cercando di capire se si sia trattato di un episodio isolato o se invece le violenze in quella famiglia erano abituali. Infatti, l’ipotesi degli agenti è che l’uomo usasse maniere brutali con il piccolo già da tempo. (continua dopo la foto)

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…








La madre del bambino ha raccontato alla polizia che si era dovuta allontanare qualche ora per fare shopping: aveva chiesto al suo fidanzato di badare al piccolo, ma quando è tornata a casa si è accorta che il bimbo aveva evidenti lividi in tutto il corpo. Varcata la porta la donna si è trovata di fronte a uno spettacolo raccapricciante e non poteva credere ai suoi occhi. Alla donna è subito stato chiaro cosa era accaduto: “Non ci sono parole che possano descrivere il mio stato d’animo in quei momento. Un misto di rabbia, delusione e paura. Ho abbracciato subito mio figlio e gli ho chiesto di raccontarmi cosa fosse accaduto”, ha fatto sapere la mamma alla stampa. (continua dopo le foto)








 


“Le sue parole non hanno fatto altro che confermarmi quello che sospettavo già”, ha detto la donna ai media statunitensi. “Wesley mi ha fatto del male”, sono state le parole del bambino, cui hanno fatto immediatamente seguito una telefonata di sua madre alla polizia e la denuncia a carico del 25enne per percosse aggravate. Gli inquirenti stanno cercando di capire se si sia trattato di un episodio isolato oppure se le violenze siano state frequenti. Adesso il piccolo di 5 anni è stato curato e fortunatamente non corre pericolo la sua vita. Tutti sperano che possa buttarsi alle spalle questa tremenda esperienza e vivere il Natale che sognava.

Ti potrebbe interessare anche: “Li hanno impiccati. Sono sei uomini”. Orrore e mistero senza fine: “Appesi nel ponte della strada principale, quella che porta all’aeroporto”, fa sapere la polizia in una nota. Le immagini sono soltanto per un pubblico adulto e consapevole

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it