Rischiava di soffocare per uno strano tumore, l’impresa dei medici: la fanno nascere ‘a metà’…


 

Salvata grazie ai medici che l’hanno fatta nascere per metà. Una neonata sarebbe morta pochi minuti dopo aver visto la luce, soffocata da una rarissimo tumore che le stringeva il collo. Per fortuna, grazie ad una innovativa tecnica di intervento, i medici della Città della Salute di Torino hanno evitato la tragedia. Come? Estratta parzialmente dall’utero, è stata lasciata attaccata al cordone ombelicale – per continuare a farla respirare – il tempo necessario a intubarla e avviare così la ventilazione assistita.

 

(Continua dopo la foto)








La tecnica, come riporta Leggo, si chiama Exit – Ex utero intrapartum treatment – ed è stata utilizzata per la prima volta a Torino da una équipe di medici dell’ospedale Sant’Anna, il più grande in Italia per numero di parti all’anno (7mila), e dell’ospedale infantile Regina Margherita. Il taglio cesareo è avvenuto alla 31esima settimana, dopo che gli esami a cui la mamma era stata sottoposta avevano evidenziato la presenza della massa, grande due volte le dimensioni della testa.

Garantita la respirazione della neonata grazie alle speciale tecnica, i medici hanno successivamente rimosso il tumore che le avvolgeva il collo dallo sterno al mento e da un orecchio all’altro. E che, appunto, l’avrebbe strozzata in pochissimi minuti. Alla bimba, che ora respira autonomamente e viene nutrita in modo normale, è stata asportata una massa di circa 300 grammi di carne, un terzo del suo peso che alla nascita era di appena 1.600 grammi.

Ti potrebbe interessare anche: I medici hanno fatto cadere la neonata subito dopo il parto. E adesso…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it