”L’anno prossimo non sarà più con noi”. Freddie ha 3 anni e pesa 32 chili: non riesce più a camminare e passa le giornate in poltrona. Il cibo che mangia non c’entra nulla. Ecco cosa l’ha reso così


Si chiama Freddie Hunt, ha 3 anni e ha sconfitto un tumore al cervello che lo avrebbe ucciso. Ma ora, dopo l’intervento che gli ha salvato la vita, ha un nuovo problema: prende peso alla velocità della luce. A soli 3 anni pesa già 32 chili e non riesce a perdere peso per via della sua obesità ipotalamica. Tutto è iniziato dopo l’intervento molto invasivo per rimuovere il 90% del tumore che aveva nel cervello: l’intervento ha avuto luogo negli Stati Uniti dopo che il Servizio Sanitario Nazionale si era tirato indietro perché troppo rischioso. Negli Stati Uniti, però, lo operano e riescono a rimuovere buona parte del tumore ma, 20 giorni dopo l’intervento, la sua pancia inizia a gonfiarsi in modo incredibile. Ora il piccolo è troppo pesante e non è neanche più in grado di camminare sulle sua gambe: in 6 mesi ha preso 20 chili e ora muoversi per lui è impresa ardua. Avrà pure sconfitto il cancro, ma caro gli è costato: ora Freddie è un bambino triste, passa le sue giornate sul divano, non cammina e, da un occhio, non vede. I genitori sono preoccupatissimi: sanno che il grasso del bimbo sta creando danni al fegato e al cuore. Continua a leggere dopo la foto








E sono disperati. ‘’Dobbiamo trovare una soluzione per lui – ha raccontato la madre Abi Hunt al Daily Mail – se continua di questo passo, l’anno prossimo, a quest’ora, sarà già morto. Non sappiamo più cosa fare: le medicine che ci servono sono illegali, le useremo comunque: non vogliamo che nostro figlio muoia. Sappiamo che tutto quel grasso che ha sta danneggiando fegato e cuore e il suo corpo, se continua così, non riuscirà a sopportare una cosa simile’’. Possiamo immaginare solo lontanamente ciò che i genitori del piccolo Freddie stanno vivendo. ‘’Il nostro cuore va in pezzi: vorremmo solo che il nostro piccolo guarisse. Eppure Freddie, che piange ogni volta che prova a tirarsi perché la sua pelle è sensibilissima, sorride ogni volta che qualcuno gli chiede come vadano le cose. È dolcissimo. Continua a leggere dopo le foto








 

‘’Bene, grazie’’, risponde lui. Si distrae veramente solo quando gioca con i pupazzi di Peppa Pig in compagnia della sorella Holly. Ma le cose non vanno così bene: quell’intervento per rimuovere il tumore ha danneggiato un nervo che ha poi provocato la sua obesità ipotalamica. Quando fu ricoverato la prima volta, aveva degli attacchi epilettici, poteva averne anche 80 al giorno. Freddie ha superato il tumore ma ora la sua vita nn è migliorata. Ciò che speriamo con tutto il cuore è che si riesca a trovare una cura per la sua condizione: i bambini non devono soffrire. Meritano solo di godersi serenamente un’infanzia spensierata.

Tumore al cervello. C’è un sintomo banalissimo a cui nessuno dà importanza e che invece potrebbe significare il peggio. Quando è il caso di preoccuparsi seriamente

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it