Arthur, il cane randagio che si sceglie il padrone e lo segue per tutta l’Amazzonia


Certo non si aspettavano di dover compiere un salvataggio i quattro atleti svedesi del Team Peak Performance che, durante una delle tappe dell’Adventure Racing World Championship, nella foresta amazzonica in Ecuador, si stavano concedendo un po’ di riposo dopo una giornata di fatiche. All’improvviso si sono sentiti osservati e hanno notato la presenza di un cane randagio che li guardava, visibilmente provato.







Il capo team Mikail, gli ha lanciato una polpetta e si è conquistato la fiducia dell’animale che da quel momento non ha più smesso di seguire il team attraversando fiumi e scalando rocce sempre al loro fianco.






Al termine della gara il team ha conquistato il sesto posto della classifica mondiale ma la loro storia ha fatto il giro del mondo. E Mikail, tornato in Svezia, ha deciso di adottare Arthur.




 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it