È pericoloso o no baciare il proprio cane? Cosa rischiamo ogni volta che lo facciamo. 8 potenziali scenari che ti faranno cambiare idea


È uno studio dell’anno scorso ma venuto alla ribalta solo in questi giorni. Secondo questi veterinari inglesi, come racconta il Daily Mail, i nostri cuccioli potrebbero essere un serio rischio per la nostra salute. Gli stessi infatti hanno stilato una lista delle malattie potenzialmente letali che i cani potrebbero trasmettere ai loro padroni. D’altro canto però, ci sono esperti che raccomandano il contatto tra cuccioli e neonati. E allora a chi dobbiamo dare ragione? In attesa di una presa di posizione della comunità scientifica internazionale, ecco gli 8 possibili scenari (terribili, non c’è che dire) che potrebbero intaccare le nostre vite e quelle dei nostri cari.

(continua dopo la foto)



1. Tbc. Se i cani entrano in contatto con una mucca infetta, finiscono in una zuffa con un tasso ammalato o mangiano carne che contiene il batterio possono contrarre la tubercolosi e passare questa malattia polmonare potenzialmente letale al proprio padrone. I rischi sono minimi, ma reali. Nel n 2013 un bambino di Gloucestershire ha contratto la tubercolosi dal suo cucciolo. Il bambino è sopravvissuto, ma l’animale è stato soppresso.

2. Ascaridiasi. Si suppone che circa due terzi dei parchi pubblici siano infestati dagli ascaridi – parassiti che si riproducono nello stomaco e nell’intestino e che nei cani crescono fino a raggiungere i 14 cm. Le uova vengono espulse insieme alle feci e possono restare in vita per mesi sul terreno. Fare giardinaggio senza i guanti appositi o mangiare cibo caduto al suolo può provocare l’infezione causa della malattia. L’idea comune che prendere il cibo da terra dopo pochi secondi lo renda immune dai batteri non funziona affatto. All’interno dello stomaco umano non possono raggiungere l’età adulta, quindi si sposteranno nei polmoni, nel cervello e nell’intestino causando seri danni interni. Potete capire se il vostro cane ne è affetto in quanto vomiterà i vermi o ne potrete notare le uova nelle feci.

3. Tenia. Le tenie sono disgustose. Alcune specie possono raggiungere diversi metri di lunghezza e vivere nel tuo intestino fino a 20 anni. Alcune di loro sono innocue ma una specie chiamata Echinococcus, potenzialmente mortale per l’uomo, di recente è diventata molto diffusa nel Galles. Quando i cani ingeriscono le uova di tenia da carni infette queste crescono nel loro corpo e rilasciano uova nelle loro feci. I cani possono diffondere le uova agli uomini anche solo leccandone il viso. Possono occorrere anni perché l’infezione di una tenia si manifesti in un essere umano portando con sé cisti localizzate nell’area del fegato, del cervello e dei polmoni. L’unico modo per combattere questo parassita è sverminare con regolarità il proprio cane.

4. Avvelenamento. I cani non utilizzano la lingua solo per pulirsi, ma la infilano allegramente in qualsiasi anfratto odoroso che incontrino per strada. Questo include carcasse di ratti, piccioni e volpi. Come risultato i nostri animali possono diventare un covo di batteri aggressivi come il campylobacter o la salmonella – batteri che contaminano il cibo e possono essere letali per bambini e anziani.

5. Insetti. Alcuni cani amano più di ogni altra cosa saltellare tra pozzanghere e canali. Ma quello che in molti non sanno è che nell’acqua sporca è molto probabile contrarre il Crypto, parassita che causa la Cryptosporidiosi, malattia che colpisce l’intestino. Fuori dal corpo il parassita si presenta sotto forma di capsula microscopica lunga 5 millesimi di millimetro, ma all’interno del corpo sono causa di cisti, diarrea, crampi e febbre. I cani infetti possono passare all’uomo questi parassiti tramite il pelo, la lingua o lasciando i parassiti su qualsiasi tipo di lenzuola.

6. Scabbia. Se la tua pelle è pruriginosa e il tuo cane soffre di scabbia, potresti aver contratto anche tu questo fastidioso parassita, che tenta di infiltrarsi nella tua pelle per deporre le uova. I parassiti causa di questa patologia che infettano gli animali sono diversi da quelli che infettano le persone, ma causeranno comunque fastidio per diversi giorni se entreranno a contatto con la pelle. Non curare il tuo cane significa che ad ogni nuova covata di parassiti verrai attaccato dalla nuova generazione.

7. Topi. La leptospirosi, chiamata anche febbre da ratto, è causata dall’ingerimento di acque contaminate dalle feci di questi animali. Una volta che un cane è stato infettato la sua urina ed ogni posto in cui urina diventa infetto, mettendo a rischio gli esseri umani. Negli umani causa in nove casi su dieci sintomi simili all’influenza, come mal di testa e dolori. Ma nel 10% dei casi possono esserci sviluppi che mettono a repentaglio la vita umana, causando emorragie interne e collassi degli organi. L’unico modo per prevenirla è attraverso un vaccino, che rende i cani completamente immuni alla malattia.

8. Tigna. La tigna è un’infezione della cute causata da un fungo. Solitamente è più comune nei gatti, ma può essere contratta dai cani causando dei rash rossi a forma d’anello sulla pelle degli animali. Si tratta di una malattia estremamente contagiosa, tanto che può essere contratta semplicemente accarezzando il cane. I bambini sono particolarmente sensibili all’infezione, ma questa può essere curata tramite l’uso di creme specifiche senza particolari conseguenze.

 

“I cani sono bestie sataniche, uccidiamoli tutti così”: la pagina Facebook della vergogna