Aveva un laccio intorno al collo che l’ha quasi decapitata e deformata. La cagnolina Palla, così l’hanno chiamata i veterinari che l’hanno presa in cura, commuove il web: ecco la sua storia


 

Una nuova storia di maltrattamenti sugli animali. Il caso arriva da Terralba, una cittadina in provincia di Oristano, dove è stata ritrovata una cagnolina quasi decapitata da un laccio di nylon stretto attorno al collo. 

(Continua a leggere dopo la foto)





La testa, a causa della forza della corda, risulta gonfia e deformata. E, proprio per questo motivo, i veterinari che gli hanno salvato la vita hanno deciso di chiamarla scherzosamente Palla: la sua storia, sbarcata su Facebook, ha scatenato una vera e propria gara di solidarietà tra utenti per sostenere economicamente le cure per la cagnolina.

Molto probabilmente – come spiegato dal quotidiano La Nuova Sardegna – si è trattato di una sorta di punizione perché lil cane rubava il mangime alle galline. La piccola è stata affidata ai veterinari della Clinica Duemari. 

Abbandona il suo cane per strada, ma qualcuno lo nota: viene inseguito e picchiato. Ed ecco come va a finire