Animalisti protestano contro la chiusura dei canili comunali. Ecco che fine faranno i cani nei canili comunali


(continua dopo la foto)



L’Associazione Volontari Canile di Porta Portese (AVCPP), che gestisce da anni i due canili, “promuove per giovedì 31 dicembre 2015 dalle ore 9,00 un presidio sotto il palazzo della Prefettura di Roma, in via 4 Novembre 119, angolo piazza Venezia per chiedere un incontro con il Prefetto Gabrielli e scongiurare l’intenzione del Dipartimento Ambiente del Comune di Roma e della Gestione Commissariale di chiudere, dal 1 gennaio 2016, i canili comunali Muratella e Vitinia ex Poverello e di trasferire i cani ed i gatti attualmente presenti nelle strutture nei canili privati convenzionati”.

“L’operazione, oltre a rappresentare un costo per il Comune di Roma – spiega il comunicato – mette a rischio un pubblico servizio quale è l’assistenza agli animali vaganti sul territorio, crea un disservizio ai cittadini che smarriscono un animale o intendono adottarne uno per la propria famiglia e abbassa il livello di benessere degli animali che hanno avuto in questi anni Muratella ed i canili comunali un punto di stabilizzazione ed adozione.”

AVCPP riferisce che nel 2014, sono entrati nel solo canile della Muratella 1300 cani (su di un totale di 2060 cani e gatti) e 1300 cani sono usciti in adozione o ricongiungimento con le famiglie che li avevano smarriti.

A Muratella è presente un importante presidio veterinario Asl RmD che offre servizi non solo agli animali ospitati nella struttura ma anche agli animali di proprietà dei cittadini.