No, non è un gatto normale. Si era perso due settimane prima e quello che ha fatto per tornare a casa lascia senza parole, un vero fenomeno. Una storia che fa bene al cuore (di noi umani)


 

Scappato due settimane fa, Charlie ha ritrovato la strada di casa. Ha preso il treno ed è riuscito a scendere alla fermata giusta. Normale? Non tanto, perché Charlie è un gatto scomparso dalla sua casa ad Accrington (Gran Bretagna) un paio di settimane fa.

Il Lancaster Telegraph riporta che lo staff del treno lo ha visto salire alla stazione di Colne. Charlie avrebbe ignorato 7 fermate prima di scendere a quella di Accrington.

Andy Richards, del centro di soccorso East Lancashire Cats, non si spiega l’accaduto. “Abbiamo scoperto che il gatto aveva un microchip, il che è molto raro per un randagio. Quindi ho pubblicato una foto su Facebook e un amico, riconoscendolo, mi ha messo in contatto con i proprietari”.

Lo staff del treno ritiene che Charlie sia sceso lì perché nella stazione di Accrington le porte restano aperte per più tempo. Richards crede invece che dipenda dallo spiccato senso dell’orientamento dei gatti.

Oggi Charlie è di nuovo con la sua famiglia. Secondo i proprietari aveva solo bisogno di una vacanza. Oppure stava attraversando una crisi di mezz’età.

Il tuo gatto ti ama o è solo un furbo approfittatore? Il video che spiega (una volta per tutte) il loro modo di comunicare

Caffeina news by AdnKronos

www.adnkronos.com








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it