“L’amicizia è questa, impariamo da loro”. Un latrato secco. Un suono sordo. E la vita di questo cucciolone finisce sulla carreggiata di una trafficatissima strada romana. Insieme a lui, un altro cane che, impotente, osserva la scena da lontano. Quando si accorge che il suo compagno non ce l’ha fatta si ferma così. E tutti scoppiano in lacrime


 

Adesso veniteci a dire che gli animali non hanno un’anima. Che seguono l’uomo per interesse e che le loro dimostrazioni d’affetto non sono altro che un istinto primordiale verso l’autorità di chi vedono più forte di loro. La storia che viene da Roma è di quelle spacca cuore e ha per protagonisti due cani. Uno investito da un’ auto, l’altro rimasto vivo e inconsolabile. Dopo averlo visto soccombere sotto le ruote di un automobilista, che pare non si sia fermato a prestare soccorso, ha vegliato per ore il suo amico morto: l’incredibile storia è di questa mattina. Teatro, la via Tuscolana, centralissima via della capitale snodo fulcro del traffico romano. A notare quanto stava accadendo è stata una pattuglia dei vigili urbani. L’investimento è avvenuto infatti proprio in mezzo alla carreggiata. I pendolari hanno pazientemente rallentato. In tanti, commossi dalla scena. Una storia che racconta un grande amore, di quelli che sarebbe impossibile spiegare a parole ma che solo con i gesti può essere compresa. Non è la prima volta che assistiamo a scene del genere. (Continua dopo la foto)






Sono molti i casi in cui gli animali, nella fattispecie i cani, mostrano il loro affetto nei confronti di simili e padroni. L’ultimo caso risale allo scorso mese di agosto, a Bologna dove il cane di casa ha vegliato per ore il corpo senza vita della padrona 74enne e poco dopo è morto anche lui davanti ai soccorritori che portavano via il cadavere della donna.Verso le 4 una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Bologna Borgo Panigale è intervenuta in un condominio di via Longarola a Calderara di Reno, Comune alle porte del capoluogo emiliano, perché alcuni condomini avevano segnalato un incessante latrato provenire da oltre un’ora da uno degli appartamenti. (Continua dopo le foto)








 

Siccome nessuno rispondeva, i militari sono riusciti a contattare un parente della donna che nel giro di pochi minuti ha aperto la porta dell’abitazione. Disteso sul pavimento c’era il corpo esanime dell’anziana con a fianco il suo bulldog inglese, di colore marrone e bianco, di 7 anni di nome Axel che viveva con la pensionata. Il cane non si era mai allontanato dalla padrona e dopo un po’ si è accasciato pure lui. Una storia che dovrebbe far riflettere sul vero significato dell’amicizia e su chi, a vedere le immagini di bambini straziati che vengono da tutte la parti del mondo, sia il vero animale pensante.

“È un eroe!”. Ecco Lux, il cane bagnino già famoso in tutta Italia per la sua ultima grande impresa. “Un’onda l’aveva portata via…”, poi ci ha pensato lui. Il racconto fantastico di una tragedia sfiorata

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it