Intrappolato 5 anni dietro un muro del metrò, ecco come il gatto Biso è tornato a vivere


 

Era rimasto intrappolato nell’intercapedine di un muro di una stazione metropolitana per cinque anni, a Il Cairo e lo hanno liberato. La storia a lieto fine ha per protagonista un gatto, chiamato Biso, che per tutti questi anni è stato nutrito da un anziano signore che tutti chiamano Zio Abdo. Era lui che tutti i giorni gli portava da mangiare e da bere, infilandogliela dietro la parete. Molte persone avevano notato il micio e qualcuno gli aveva fotografato la coda che usciva dall’apertura: l’immagine era finita sui social network, che avevano diffuso la storia del povero animale. Per poter rompere il muro e liberare l’animale ci voleva però un permesso speciale, arrivato finalmente dopo una serie di richieste presentate da associazioni ambientaliste. Il muro è stato rimosso e e Biso liberato dalla sua prigione. Il micio è uscito di corsa e se n’è andato a gambe levate, lasciando per sempre quella che per ben cinque anni è stata la sua casa.



Potrebbe anche interessarti:

Anche i gatti si ammalano, i dieci comportamenti da tenere sotto osservazione