Processionaria, per i cani è mortale. Ecco cosa fare in caso di contatto


 

Brutto ma soprattutto molto pericoloso. E non solo per l’uomo. La processionaria, che con l’arrivo della primavera infesta giardini pubblici e ogni spazio verde, può essere letale per i nostri cani. Annusando l’erba o incuriositi dalla loro camminata in processione, i nostri amici a quattro zampe possono venirci in contatto e ingerire i peli urticanti che ricoprono il corpo dell’insetto. E allora sono guai seri. State attenti a questi sintomi: il primo è l’improvvisa e intensa salivazione, provocata dal violento processo infiammatorio alla bocca e, in forma meno grave, all’esofago e allo stomaco.

Il rischio è quello del soffocamento: i peli urticanti del bruco, entrando in contatto con la lingua, causano una distruzione del tessuto cellulare e un progressivo ingrossamento. Altri sintomi rilevanti sono: la perdita di vivacità del animale, febbre, rifiuto del cibo, vomito e diarrea, anche emorragica. Che fare, quindi? Innanzitutto, allontanare la sostanza irritante dal cavo orale: per questo, bisogna effettuare un abbondante lavaggio della bocca con acqua e bicarbonato. Come? Usate una siringa senz’ago con cui spruzzare ripetute volte la soluzione di lavaggio in bocca. Dopo questo primo intervento, portatelo subito dal veterinario.

Ti potrebbe interessare anche: 10 ragioni (scientifiche e non) per avere un cane come amico