Smiley, il cane cieco che nessuno voleva. E ora aiuta i bambini disabili…


 

Della sua cucciolata lui è l’unico nato cieco e affetto da nanismo. Nessuno lo voleva, mentre i suoi fratelli hanno subito trovato una casa. Tanto che nell’allevamento in cui era venuto alla luce volevano sopprimerlo. Fortunatamente, poi è arrivata Joanna George che ha deciso di adottarlo e di salvarlo. Smiley è un golden retriever di 12 anni nato in un allevamento di Stouffville, in Canada.

Come racconta la CBS, col passare del tempo la nuova padrona scoprì che Smiley, nonostante le sue disabilità, suscitava un effetto positivo a tutti, compresi bambini e uomini malati. Lo ha iscritto a un programma di addestramento per cani da dog therapy. Ora il piccolo, grande Smiley fa parte della squadra di Training the K9 Way e sta aiutando i bambini che, come lui, vivono con la disabilità. I piccoli lo adorano e lui contraccambia giocando e facendosi coccolare, dimostrando grandi doti empatiche davvero utili nell’ambito della pet therapy.

Ti potrebbe interessare anche: 10 ragioni (scientifiche e non) per avere un cane come amico







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it