L’impresa di Sissy, il cagnolino che scappa di casa per fare compagnia alla padrona in ospedale…


Sissy, uno schnauzer nano di 10 anni, dagli Stati Uniti ha conquistato il mondo. Come? Per il suo grande coraggio: pur di stare accanto alla sua padrona ricoverata, non ha esitato a scappare di casa camminando per venti isolati, servendosi solo del proprio istinto per riuscire a raggiungere la stanza d’ospedale, come racconta il sito giornalettismo.com.

L’impresa di Sissy è raccontata da tutti i media statunitensi. Tra questi, il network locale KWWL che ha intervistato la padrona della cagnolina, una donna di 66 anni di nome Nancy Franck, ricoverata al Mercy Medical Center di Cedar Rapids per alcune complicanze in seguito a un intervento per rimuovere una massa tumorale. Il marito di Nancy, Dale, aveva fatto uscire Sissy e Barney, i due cani di casa, perché potessero fare i propri bisogni e prendere un po’ d’aria. Sissy, però, non era più rientrata. E mentre Dale impazziva per cercarla, la cagnetta varcava a passo svelto le porte scorrevoli dell’ospedale – ripresa dalle telecamere di sicurezza – dopo aver corso a perdifiato per diversi chilometri.

(Continua a leggere dopo la foto)



La chiamata è arrivata qualche ora più tardi: “Abbiamo qui un cagnolino”, hanno detto dall’ospedale. Quando Dale è tornato a prenderla, Sissy aspettava pazientemente in portineria, attendendo il momento di poter vedere Nancy. “Non pensavo potessero fare una cosa del genere – ha detto Nancy – Pensavo che i cani fossero in grado di trovare la strada di casa, ma questo ha trovato l’ospedale”. La donna ha detto che Sissy non era mai scappata di casa, e che la cagnetta non aveva mai visto quell’ospedale. “È stato bellissimo poterla rivedere – ha concluso Nancy – e una forte spinta alla guarigione”.

Ti potrebbe interessare anche: Storia di Leo, cagnolino paralizzato salvato da un amore grande