Bomba in un centro commerciale: “Un codardo atto terroristico”. Ancora paura e morte. Un'altra tragedia spezza giovani vite e semina il panico. L'esplosione, quando all'interno era pieno di gente e in una zona affollata di turisti

Bomba in un centro commerciale: “Un codardo atto terroristico”. Ancora paura e morte. Un'altra tragedia spezza giovani vite e semina il panico. L'esplosione, quando all'interno era pieno di gente e in una zona affollata di turisti

Bomba in un centro commerciale: “Un codardo atto terroristico”. Ancora paura e morte. Un'altra tragedia spezza giovani vite e semina il panico. L'esplosione, quando all'interno era pieno di gente e in una zona affollata di turisti

 

Orrore in un centro commerciale. Esplode una bomba. Tre persone sono morte e nove sono rimaste ferite. È successo in una delle strutture commerciali più frequentate. All'improvviso. Una forte esplosione, il panico e la certezza immediata che stava accadendo qualcosa di veramente grave. Le testimonianze delle persone presenti al momento in cui è avvenuta la forte deflagrazione sono scioccanti. Il racconto dei quei momenti drammatici e la paura ancora negli occhi di persone che hanno visto la morte passare loro accanto. Testimoni hanno spiegato di essere stati fatti evacuare dai cinema all'interno del centro commerciale e anche dai negozi, dopo una deflagrazione che è stata individuata essere avvenuta nel bagno delle donne, al secondo piano del “Centro Andino”. Una struttura che è stata costruita proprio nel cuore del quartiere turistico della capitale della Colombia. Il sindaco Enrique Penalosa ha definito l'episodio: “Un codardo attacco terroristico”. (Continua a leggere dopo la foto)

L'attenzione si è concentrata immediatamente sull'Esercito di liberazione nazionale (Eln), ultimo movimento ribelle che risulta ancora essere attivo nel paese sudamericano. Le vittime sono una ragazza 23enne francese che lavorava come volontaria in una scuola locale, e poi altre due donne, rispettivamente di 27 e 31 anni, questo secondo quanto riferito da fonti ospedaliere. La vittima francese è stata identificata come Julie Huynh, da sei mesi viveva a Bogotà come volontaria in una scuola di un quartiere povero. (Continua a leggere dopo le foto)

 

 
Venuta ad aiutare chi era meno fortunato di lei, ha incontrato la morte. Un terribile destino. Che, come si teme, si sia trattato di un attentato la cui matrice è terroristica, lo fanno pensare fonti della polizia. Hanno svelato come il caso sia stato proprio assegnato alle squadre antiterrorismo. Il punto dove è avvenuta l'esplosione, è una zona dove ci sono decine di negozi, ristoranti e cinema. Ed è avvenuta in un giorno particolarmente affollato. Si celebrava la festa del papà.

''Una strage, una bomba farcita di chiodi''. Il Regno Unito precipita ancora nel terrore. Attentato kamikaze al concerto dell'idolo dei teenager. Tanti morti e feriti: tutti i dettagli