"C'erano anche loro". Londra, Italia in apprensione: due nostri connazionali nell'inferno del grattacielo andato in fiamme. L'appello dei famigliari. Chi sono e la loro storia

"C'erano anche loro". Londra, Italia in apprensione: due nostri connazionali nell'inferno del grattacielo andato in fiamme. L'appello dei famigliari. Chi sono e la loro storia

"C'erano anche loro". Londra, Italia in apprensione: due nostri connazionali nell'inferno del grattacielo andato in fiamme. L'appello dei famigliari. Chi sono e la loro storia

 

Sono due giovani fidanzati veneti, Gloria Trevisan e Marco Gottardi, gli italiani che risultano ufficialmente dispersi nell'incendio del grattacielo a Londra. Gloria Trevisan, 27enne di Camposampiero, in provincia di Padova, e Marco Gottardi, 27enne di San Stino di Livenza in provincia di Venezia, abitavano, a quanto apprende l'Adnkronos, all'ultimo piano del grattacielo andato in fiamme e non sarebbero riusciti a scappare. "Mio cugino Marco Gottardi e la sua ragazza abitavano al 23esimo piano della Grenfell Tower che è stata distrutta dall'incendio. Se qualcuno li vede, per favore mi contatti il più presto possibile. Non ho notizie da loro dalla scorsa notte, i loro cellulari sono spenti. Prego Dio che stiano bene. Per favore, aiutatemi e condividete. Grazie", è il post che Pamela Pizziolo ha pubblicato su Facebook dopo l'incendio che ha distrutto la Grenfell Tower di Londra. Il messaggio è stato condiviso da migliaia di utenti. (Continua a leggere dopo la foto)

Gloria Trevisan ha telefonato alla famiglia proprio quando il rogo è divampato per avvisare di quanto stava accadendo. Da quel momento in poi, i familiari della ragazza non sono più riusciti a mettersi in contatto con lei: a raccontarlo alla sindaca di Camposampiero, Katia Maccarrone, è stato il nonno della ragazza. "Ho parlato con il nonno - riferisce all'Adnkronos la sindaca che è in contatto sia con la famiglia della ragazza dispersa che con la Farnesina per avere notizie e aggiornamenti -. Sono molto preoccupati, sono disperati: l'hanno sentita proprio mentre è iniziato l'incendio, ha chiamato a casa per dire che stava divampando, poi non sono riusciti più a parlarle". "Sono ore di angoscia", sottolinea Maccarrone. Gloria Trevisan è "a Londra da un paio di mesi per cercare lavoro. E proprio domani doveva tornare a casa", continua. (Continua a leggere dopo le foto)

 

"C’erano degli italiani che vivevano nella torre". Lo afferma Beatrice Antonini, agente immobiliare, ai microfoni di Radio 24 riferendosi al drammatico incendio. "Nella torre abbiamo cinque appartamenti affittati e alcuni clienti sono italiani", in particolare sono "due famiglie italiane con bambini. Al momento non abbiamo saputo niente di loro". "Non sappiamo cosa sia successo e mi sto recando sul posto per avere maggiori informazioni e sapere se i miei clienti stanno bene", aggiunge. "Ho saputo che gli allarmi anti incendio non hanno funzionato. mi sembra grave e incomprensibile perché la torre è sempre stata controllata perfettamente”. Alla giornalista che le chiede maggiori dettagli sui controlli effettuati all’interno della torre, l'agente immobiliare replica: "Noi facciamo ogni tre mesi dei controlli negli appartamenti e ci aggiorniamo coi proprietari e col sindacato che gestisce la torre. Tutti i controlli erano normali e non si capisce cosa sia successo".

 

Caffeina News by Adnkronos

(www.adnkronos.com)

 

Ti potrebbe interessare anche: "Ero a Westminster durante l'attentato. Attacco terroristico di Londra, parla la super vip che si trovava a due passi dal parlamento inglese: "È stato come vivere la scena di un film". Attimi di paura e apprensione poi quel tweet che fa rabbrividire