Bellissima, appena 18enne: è lei l'unica vittima del fatto che ha tenuto tutti col fiato sospeso. Nel posto sbagliato, nel momento sbagliato

Bellissima, appena 18enne: è lei l'unica vittima del fatto che ha tenuto tutti col fiato sospeso. Nel posto sbagliato, nel momento sbagliato

Bellissima, appena 18enne: è lei l'unica vittima del fatto che ha tenuto tutti col fiato sospeso. Nel posto sbagliato, nel momento sbagliato

 

Per qualche minuto New York ha temuto di essere di nuovo ferita al cuore dalla follia terrorista. Lo ha creduto quando ha visto un auto sfrecciare lungo Time square e travolgere passanti, nel triste leit motiv che che già aveva colpito Berlino, Nizza e Stoccolma. Fortunatamente, non si trattava di nulla di tutto questo pure se la città ha dovuto fare il conto con una vittima. Alyssa Elsman, 18 anni, di Portage, nel Michigan, è la ragazza morta giovedì investita a Times Square, dove un uomo alla guida di un’auto si è lanciato contro la folla sul marciapiedi. Secondo quanto racconta il New York Post, Alyssa era in vacanza a New York con la famiglia. Con lei c’era anche la sorellina di 13 anni, rimasta ferita insieme a un’ altra ventina di persone. «Ho capito che c’era qualcosa che non andava quando ha smesso di rispondere ai miei sms - ha raccontato il suo fidanzato, Trevor - non lo faceva mai. Sono devastato. Lei era tutto per me». Alyssa doveva tornare a casa la prossima settimana. (Continua dopo la foto)

Si era diplomata lo scorso anno e al momento faceva vari lavoretti per guadagnare un po’ di soldi. «Abbiamo sentito un forte colpo, ci siamo girati e abbiamo visto persone a terra sul marciapiede e gente che fuggiva». Così, riporta il Corriere della Sera, una testimone racconta alle tv americane gli attimi in cui l’auto si è schiantata contro i pedoni a Times Square. «La gente fuggiva ovunque, avevano tutti paura per la propria vita - ha raccontato un altro testimone - abbiamo visto fumo e fiamme uscire dalla macchina». (Continua dopo le foto)

 

 
 

Alla guida dell’auto che si è schiantata contro il marciapiede a Times Square c’era Richard Rojas, un giovane di 26 anni del Bronx, ex militare della Marina e con precedenti penali oltre a fermi per guida in stato di ebbrezza.

"Cacciatelo subito via dall'aereo!", attimi di tensione durante il volo per New York. Un uomo comincia a parlare arabo e le persone intorno a lui si insospettiscono. Quello che succede dopo è pura follia: "Non posso davvero credere ai miei occhi"