“Buoni, che ci hai messo?”. La terribile vendetta nel giorno della festa dell’odiato collega


 

Quale occasione migliore della festa di addio di un collega molto, molto antipatico per vendicarsi dopo anni di frecciatine, contrasti e liti in azienda? L'idea di mettere in atto un piano diabolico e sabotare il suo ultimo giorno ronzerebbe probabilmente nel cervello di molti di noi, indecisi sul modo migliore per rovinare quel momento teoricamente speciale senza però esagerare. Perché diciamocelo, ok l'idea di non farla passare franca a chi ci ha causato tanti problemi in passato ma il rischio di essere colti con le mani nel sacco e magari licenziati in tronco sarebbe alto, altissimo. Un problema, quest'ultimo, che non ha sfiorato minimamente la testa di una dipendente davvero spietata, finita però in guai molto grossi a causa della sua indole astiosa. La donna ha infatti deciso di giocare un brutto tiro a un altro impiegato durante le sue celebrazioni di fine lavoro: nello specifico, manomettendo i brownies che sarebbero stati serviti agli invitati di lì a poco. Purtroppo per lei, però, le sue gesta non sono passate inosservate e nel giro di poche ore si è trovata tra le mani una bella lettera preparata dalla sua azienda per interrompere il rapporto di lavoro. (Continua a leggere dopo la foto)

La donna è stata infatti licenziata per aver imbottito i dolcetti di lassativi, cercando di causare reazioni molto violente nell'intestino di chi li avrebbe assaggiati e costringendo diversi invitati a delle disperate corse in bagno. Che tra lei, 47 anni, e il collega non corresse buon sangue era cosa nota a tutti. Nessuno si sarebbe però mai immaginato un gesto così eclatante proprio nel giorno dell'addio dell'altro. Per fortuna, però, nessuno dei presenti ha avvicinato alla bocca una delle pietanze: uno di loro aveva infatti iniziato a sospettare che ci fosse qualcosa di strano e aveva così contattato i responsabili dell'ufficio esponendo le proprie preoccupazioni per i biscotti al cioccolati preparati dalla signora. (Continua a leggere dopo le foto)

 

I manager dello studio di ingegneria in cui lavorava hanno così deciso di confiscare preventivamente i brownies. Inizialmente il sospetto ha negato l'aggiunta di lassativi, ma dopo che la polizia ha detto che gli investigatori li avrebbero sottoposti a test di manomissione, ha ammesso di averlo fatto, secondo quanto riferito da Ann Arbor News. Il capo della polizia Jerrod Hart ha spiegato che la manomissione del cibo non è uno scherzo. "Un sacco di volte lo vedi in film o programmi TV in cui qualcuno cerca di farlo o fa uno scherzo, ma è un episodio molto serio" ha detto. "È un atto criminale".

“Qualcuno intervenga”. Sta succedendo in tutti i distributori di benzina. E gli automobilisti italiani se ne stanno accorgendo