“Un pezzo unico al mondo”. Un sigaro da quasi 800 euro, per il quale è pronta a scatenarsi un’asta ferocissima. Vecchio, già fumato, desideratissimo. Il segreto dietro il suo valore


 

Se siete appassionati di cimeli e oggetti di importanza storica, forse fareste meglio a tenere gli occhi ben puntati su questo sigaro. Che, a una prima occhiata, potrebbe effettivamente non catturare più di tanto la vostra attenzione ma per il quale gli astri hanno disegnato un percorso decisamente originale: sarà infatti battuto all'asta per un valore iniziale di circa 700 sterline (più o meno 790 euro) ma che potrebbe salire vertiginosamente a seconda delle disponibilità economiche e dell'accanimento dei partecipanti. Il motivo? Semplice. Il sigaro in questione è appartenuto a sir Winston Churchill in persona, primo ministro inglese i cui discorsi radiofonici e la cui determinazione furono determinanti nello spronare il Regno Unito a resistere nel momento più buio, quello della guerra contro la Germania di Hitler durante il secondo conflitto mondiale. Lo statista era d'altronde famoso per la sua passione per i sigari, e tante fotografie dell'epoca lo immortalano proprio mentre ne stringe gelosamente uno tra le dita della mano. (Continua a leggere dopo la foto)

Un'occasione unica, per gli appassionati, per mettere le mani su un cimelio davvero raro. Il merito di questa iniziativa va a Mike Wood, un cittadino inglese originario di Belper, nel Derbyshire. Il sigaro era infatti stato donato all'uomo dal padre, che lo aveva ricevuto da Churchill stesso, negli anni '70. Finito in una teca dell'abitazione del signor Wood, sarà ora consegnato a chi più di tutti si mostrerà interessato all'acquisto. A spingere Mike verso la decisione il recente film L'ora più buia con Gary Oldman nei panni proprio del noto politico, che lo ha ispirato a organizzare un'asta per liberarsi del sigaro fin qui appartenuto alla sua famiglia. (Continua a leggere dopo le foto)

 

"Il sigaro - ha raccontato Wood sulle pagine di Metro - era stato dato a mio padre tra il 1952 e il 1953. Lui era un poliziotto e spesso si trovava a passare a casa di Churchill durante i turni di notte per controllare che tutto fosse tranquillo. Un giorno gli è stato donato il prezioso oggetto, già ampiamente fumato dallo stesso primo ministro. Si tratta di un oggetto unico nel suo genere e di grande importanza storica, che sicuramente farà la fortuna di qualche cultore o collezionista". L'appuntamento per gli interessati è per il 27 marzo nella casa d'aste Hanson nella città di Etwall, in Inghilterra.

“L’ha fatto subito dopo la nascita di Harry”. Non c’è pace per Lady Diana, travolta dagli scandali anche a tanti anni dalla morte: la rivelazione choc, con tanto di dettagli, sulla principessa triste