“Ecco quanto dovranno pagare”. Svolta inquietante sul caso di Maddie McCann. I genitori della piccola scomparsa in Portogallo di fronte al dato di fatto: “Questa volta è finita”


 

Non perdono le speranze i genitori di Maddie McCann, la bambina inglese scomparsa nel nulla nel 2007 mentre era in vacanza in Portogallo con la famiglia. La famiglia di Madeleine non si è mai arresa ed è sempre decisa a fare luce sulla questione, ma soprattutto non ha mai perso la fiducia di trovare la loro bambina nonostante Scotland Yard abbia dichiarato di dover interrompere le ricerche, visti gli scarsi risultati ottenuti in questi lunghi anni. I genitori della bimba sono pronti a portare avanti le indagini con le proprie forze. Dopo quasi undici anni di vane speranze e buchi nell'acqua, le ricerche di Madeleine McCann potrebbero interrompersi presto. Scotland Yard, la polizia britannica, che si è occupata della scomparsa della bimba durante una vacanza in Portogallo nel 2007, dopo aver speso più di 11 milioni di sterline (oltre 12 milioni di euro), ha infatti comunicato ai genitori di Maddie, Kate e Gerry, che i fondi garantiti dureranno solo per altre sette settimane. Per questo motivo, i due coniugi 49enni hanno deciso di affidarsi a detective privati per continuare a cercare la figlia. (continua dopo la foto)


Come riporta il Mirror, Gerry e Kate McCann hanno annunciato di avere a disposizione una cifra pari a 793mila sterline (quasi 900mila euro) per poter continuare le ricerche. Si tratta di soldi ottenuti attraverso donazioni in tutti questi anni, a cui però vanno decurtate 65mila sterline (oltre 73mila euro) per pagare le spese legali di un processo contro un ex investigatore portoghese che aveva accusato i genitori di Maddie di aver ucciso per sbaglio la figlia e di aver nascosto il cadavere. In termini legali, l'aver dato vita alla fondazione Madeleine consente a Gerry e Kate di continuare, in via del tutto privata, a continuare a cercare la loro figlia. La piccola Maddie aveva appena tre anni quando sparì, nel maggio 2007, da Praia da Luz, dove si trovava in casa mentre i genitori stavano cenando fuori, in un ristorante della zona. Oggi dovrebbe avere quasi 15 anni. (continua dopo le foto)


 

I McCann hanno sempre sostenuto di aver lasciato Maddie, assieme ai suoi fratelli gemelli Sean e Amelie, all’interno del loro appartamento nel complesso Ocean Club a Praia Da Luz, in Portogallo, la sera del 3 maggio del 2007. I coniugi si sono poi recati, secondo i loro racconti, al ristorante per cenare, in compagnia di alcune altre coppie di amici, in un locale ad appena 100 metri dall’appartamento, dopo aver letto una favola per far addormentare i loro figli. Nel corso della serata sono tornati spesso a controllare i bambini verso le 22 però Kate McCann ha scoperto che Maddie non c’era più.

Ti potrebbe interessare anche: “È morto!”. Caso Maddie McCann, ormai è giallo senza fine. Dopo la scomparsa della piccola e decine di avvistamenti ecco che l’ennesimo colpa di scena. Il corpo scoperto dalla polizia, a nulla sono serviti i soccorsi