Rape-Axe è il nuovo aggeggio che le donne posso inserire nelle parti intime per un motivo molto importante (anche salvarsi la vita). Un’invenzione incredibile che sta facendo molto discutere. “Non è giusto accettare certe cose”, avverte la sua inventrice

Rape-Axe è il nuovo aggeggio che le donne posso inserire nelle parti intime per un motivo molto importante (anche salvarsi la vita). Un’invenzione incredibile che sta facendo molto discutere. “Non è giusto accettare certe cose”, avverte la sua inventrice

Rape-Axe è il nuovo aggeggio che le donne posso inserire nelle parti intime per un motivo molto importante (anche salvarsi la vita). Un’invenzione incredibile che sta facendo molto discutere. “Non è giusto accettare certe cose”, avverte la sua inventrice

 

Per ogni donna la sicurezza personale è molto importante e subire una violenza può arrecare molti danni per la psiche, per la salute e anche per l’un’eventuale gravidanza indesiderata. Alcuni dati relativi al Sud Africa, mostrano una situazione molto grave, infatti ogni anno vengono denunciate 52mila aggressioni, anche se si presume che la cifra sia decisamente più alta. Per questa ragione la sudafricana Sonette Ehlers ha avuto un’idea per contrastare questo terribile fenomeno. La donna, a partire dal femidom (un particolare profilattico femminile) ha inventato un preservativo, il Rape-Axe che al suo interno ha dei dentini taglienti che provocano all’uomo un dolore immane nel momento della penetrazione. Questo metodo dovrebbe mettere l’aggressore fuori uso, permettendo alla donna di avere il tempo di fuggire. Per l’uomo che resta ferito le cose si aggravano dal momento che per rimuovere i dentini dal pene serve per forza un intervento chirurgico, il che permetterebbe alla polizia di individuare i criminali che dovrebbero rivolgersi a un medico o a un ospedale. (Continua a leggere dopo la foto)

Inoltre, ha spiegato la Ehlers, trattandosi comunque di un profilattico, le donne risulterebbero protette da malattie sessualmente trasmissibili e da possibili gravidanze accidentali. Il dispositivo può essere indossato per 24 ore e si inserisce come fosse un semplice tampone e non ha alcuna controindicazione per chi lo utilizza. I detrattori del prodotto, tuttavia, ritengono che l’aggressore per il dolore provato possa addirittura diventare più aggressivo, oltre al fatto che la protezione è utile solo in caso di penetrazione. (Continua a leggere dopo i tweet)

 

 

Per il momento il progetto è ancora in fase di sviluppo, visto che la sua realizzazione richiede molti soldi, affinché venga prodotto su larga scala. Il Rape-Axe  al momento sembra avere più svantaggi che punti di forza nonostante, indossandolo, la vittima potenziale potrebbe sentirsi più sicura. Certo, la disparità di forza tra uomini e donne è difficile da colmare con questo o altri dispositivi e la strada verso un mondo più sensibile e meno violento è purtroppo ancora lunga e impervia.

Ti potrebbe interessare anche: "Fa male alle donne, fate attenzione". È già allarme sulla nuova pratica sessuale. Si chiama stealthing e si sta diffondendo ovunque. Ecco in cosa consiste e perché va evitata