''Mi è caduta la vagina''. Dopo aver dato alla luce suo figlio, ha problemi a fare pipì e la sgradevole sensazione che qualcosa ''sporga'' dalle mutandine. Così si decide ad andare dal medico ed ecco cosa scopre. Aiuto

''Mi è caduta la vagina''. Dopo aver dato alla luce suo figlio, ha problemi a fare pipì e la sgradevole sensazione che qualcosa ''sporga'' dalle mutandine. Così si decide ad andare dal medico ed ecco cosa scopre. Aiuto

''Mi è caduta la vagina''. Dopo aver dato alla luce suo figlio, ha problemi a fare pipì e la sgradevole sensazione che qualcosa ''sporga'' dalle mutandine. Così si decide ad andare dal medico ed ecco cosa scopre. Aiuto

 

Partorire fa paura. Anche se, partorendo, si prova quella sensazione meravigliosa di conoscere e abbracciare al proprio figlio. Ma i timori che hanno a che fare con il parto sono tanti. E anche quelli che hanno a che fare con il post partum. Per esempio Allison Henry aveva raccontato che dopo il parto, la sua vagina era ‘’caduta’’ e aveva la sensazione che qualcuno gli avesse piantato un forcone nel sedere. Ahia. Sul sito MomLogic.com, che ormai non esiste più come, il problema si sia presentato, dal nulla, dopo la sua seconda gravidanza. Dopo settimane di perdite e costipazione, aveva dato alla luce un bimbo sano e bello, nato leggermente prematuro. Ma sentiva che qualcosa ancora non andava come doveva. Quando andava al bagno, sentiva che c’era qualcosa che bloccava il canale vaginale. Con il tempo le cose sono peggiorate e la sensazione che ha provato era terrificante: ‘’Avevo la sensazione che i miei organi interni stessero uscendo’’. Così era andata dal ginecologo dicendo: ‘’La mia vagina sta crollando’’. Dopo un intervento di appendicectomia, un’isterectomia, vari interventi tra cui la labioplastica, era tornata a posto. Continua a leggere dopo la foto

Ma cosa le era successo? Il termine medico corretto di ciò che è accaduto a Allison è ‘’collasso completo dell’utero’’. Avviene quando uno o più organi pelvici – utero, vagina, vescica, intestino – sporgono. I sintomi? Includono sensazione di qualcosa che sporge dalla vagina e che sia necessario spingerla dentro. Non solo: ci possono essere problemi durante il sesso e quando si fa pipì. Per esempio il flusso di urina può essere molto lento accompagnato dalla sensazione, tipica della cistite, di non avere svuotato completamente la vescica. Può succedere anche che, quando si tossisce o si starnutisce, esca dell’urina. Ma come si può intervenire quando si è in presenza di prolasso uterino? Con l’isterectomia. Continua a leggere dopo le foto

 

Cioè l’intervento per rimuovere l’utero. ‘’Se c’è prolasso di utero, rimuoverlo chirurgicamente aiuta il chirurgo a dare maggiore supporto e ad evitare che il prolasso si ripresenti’’ spiega una nota del Servizio Sanitario Nazionale inglese. Più della metà delle donne che hanno avuto bambini è affetta da una percentuale di prolasso, secondo il giornale Menopause. Ma il parto è l’unica causa del prolasso? No, ce ne sono altre: l’età avanzata, la menopausa, l’obesità, interventi al pavimento pelvico di varia natura. L’ostetrica e ginecologa Jessica Schneider ha spiegato a Broadly che la maggior parte delle donne lamenta la sensazione di qualche sporgenza nella vagina. ‘’In base all’organo interessato dal prolasso ci sarà una diversa disfunzione tra: urinaria, sessuale, defecatoria’’. 

Leggi anche: Prolasso, incontinenza e tutto il resto: ma è vero che il sesso anale fa male? Tutta la verità: ecco cosa succede al tuo corpo se lo fai (senza esagerare)