Dolore e ''pizzicore'' al piede accompagnati dalla sensazione di avere un sassolino nella scarpa. Si tratta di un sintomo che, purtroppo, molte persone non prendono sul serio. Sbagliato: ecco cosa potrebbe essere

Dolore e ''pizzicore'' al piede accompagnati dalla sensazione di avere un sassolino nella scarpa. Si tratta di un sintomo che, purtroppo, molte persone non prendono sul serio. Sbagliato: ecco cosa potrebbe essere

Dolore e ''pizzicore'' al piede accompagnati dalla sensazione di avere un sassolino nella scarpa. Si tratta di un sintomo che, purtroppo, molte persone non prendono sul serio. Sbagliato: ecco cosa potrebbe essere

 

Il dolore al piede è un disturbo molto comune. Le dita, la pianta, l’arco, il collo, la suola, il tallone e la caviglia sono le vittime di questa fastidiosa sensazione, che può essere causata da svariate cause, come diabete, artrite, malallineamento della caviglia, alluce valgo (borsite), dito a martello o neuroma di Morton, un fastidioso rigonfiamento del nervo interdigitale che si trova fra le teste metatarsali e che scatena crisi dolorose in età compresa tra i 25 e i 50 anni. Si tratta di una “fibrosi perineurale”, ossia di una formazione di tessuto cicatriziale fibroso causata dalla continua frizione sul nervo delle adiacenti ossa metatarsali e del legamento intermetatarsale profondo che, a livello del terzo spazio, sono più mobili rispetto ad altre parti del piede. Ma come si riconosce il neuroma di Morton? Il dolore, di tipo nevralgico è di notevole intensità. Solitamente si avvertono bruciore, la sensazione di scossa elettrica e l’impellenza di togliere la calzatura per il fastidio che provoca. (Continua a leggere dopo le foto)

Le sensazioni dolorose sono più frequenti quando si cammina, anche se, raramente, possono essere avvertite anche a riposo. In molti casi si hanno parestesie, intorpidimento e un calo della sensibilità. La diagnosi arriva dopo cinque anni dai primi sintomi. Lo specialista in ortopedia può consigliare una radiografia per visualizzare la struttura del piede o un esame baropodometrico computerizzato per misurare il carico su ciascun punto di appoggio dei piedi. (Continua a leggere dopo le foto)

 

Negli stadi iniziali, quando il neuroma di Morton è recente e molto piccolo, la cura può essere rappresentata da un plantare realizzato su misura dopo l’esame baropodometrico. D’aiuto sono anche sedute di fisioterapia, terapie farmacologiche con antinfiammatori per bocca o sotto forma di cerotti medicati, infiltrazioni di farmaci cortisonici. La chirurgia però resta l’unica soluzione definitiva.

"È una vergogna, non ci metteremo più piede!". È tra i monumenti più visitati al mondo, ma ora è bufera sulla Bocca della Verità. Turisti increduli. Cosa sta succedendo