Blue Whale, c'è un'importante novità in Italia: la polizia è riuscita a individuare una delle persone che invitava altri ragazzini a intraprendere questa follia. Quando scoprono di chi si tratta restano di stucco

Blue Whale, c'è un'importante novità in Italia: la polizia è riuscita a individuare una delle persone che invitava altri ragazzini a intraprendere questa follia. Quando scoprono di chi si tratta restano di stucco

Blue Whale, c'è un'importante novità in Italia: la polizia è riuscita a individuare una delle persone che invitava altri ragazzini a intraprendere questa follia. Quando scoprono di chi si tratta restano di stucco

 

Una piaga sociale che purtroppo sembra non arrestarsi con la velocità che si vorrebbe per eviatare che qualcun altro si possa ancora fare male. Parliamo, ovviamente, del dramma del momento, ossia la cosiddetta "blue whale". Una ventenne milanese è stata iscritta nel registro degli indagati per istigazione al suicidio dal pm Cristian Barilli. La ragazza avrebbe contattato tramite Instagram una 12enne che vive a Roma e l’avrebbe spinta a completare le prove previste dalla Blue Whale, il gioco della Balena Blu che attraverso 50 passaggi, tra atti autolesionistici, tagli e azioni estreme, porta al suicidio chi accetta la sfida. Sul tavolo del pm milanese sono arrivati una ventina di fascicoli che riguardano una cinquantina segnalazioni. Riconoscere qualcuno dei colpevoli è un grande passo. (Continua a leggere dopo la foto)

Le segnalazioni sono state inoltrate da genitori e insegnanti, su altrettanti giovanissimi che nelle ultime settimane avrebbero aderito alla Blue Whale. Il caso della 20enne milanese però, da quanto si è saputo, al momento è l’unico dove sia stata individuata l’indentità del «curatore», la persona che diffonde in rete immagini e diktat del gioco nato in Russia e diffusosi rapidamente in tutto il mondo. (Continua a leggere dopo le foto)

 

Gli inquirenti hanno sequestrato il pc e il cellulare della 20enne e mercoledì la polizia postale eseguirà alcuni accertamenti tecnici irripetibili per verificare se i messaggi pericolosi siano stati inviati proprio dal lei. Sugli altri casi, tra cui due suicidi di adolescenti che frequentavano tutti lo stesso istituto superiore di Milano e il tentato suicidio di una loro compagna di scuola, invece, si sta ancora indagando.

 

Ti potrebbe interessare anche: "Adoro essere incinta..." La dichiarazione arriva dalla bellissima e sexy attrice. Infatti siamo alla terza gravidanza in tre anni. Avete capito di chi parliamo? Proprio di lei...